TERRORISMO, GLI USA LANCIANO L’ALLERTA GLOBALE L’innalzamento dello stato di allarme è il sintomo che la paura che sta paralizzando l'Europa è arrivata fino a Washington

327

Gli Stati Uniti hanno messo in guardia i cittadini americani sui rischi dell’intraprendere dei viaggi all’estero a causa della crescente minaccia terroristica. L’innalzamento dello stato di allerta è il sintomo che la paura che sta paralizzando l’Europa è arrivata fino a Washington. Il presidente Barack Obama, appena rientrato dal tour in Asia tragicamente dominato dai fatti di Parigi e che ha visto la lotta al terrorismo diventare tema centrale anche del recente G20 in Turchia, si incontrerà a breve con il presidente francese Francois Hollande al quale garantirà, secondo una nota della Casa Bianca, “il sostegno della nazione più potente al mondo” e “colloqui concreti sulle misure che gli Usa sono disponibili ad adottare” per affrontare la situazione della sicurezza in Europa.

L’allerta terroristica è stata diramata nella serata di ieri dal Dipartimento di Stato americano con scadenza fissata al 24 febbraio 2016. Nel testo si avverte la popolazione di possibili rischi nei viaggi in tutto il mondo a causa dell’accresciuta minaccia a livello globale. Il Dipartimento menziona nuove informazioni secondo cui Isis, Al Qaeda, Boko Haram e altri gruppi terroristici stanno pianificando attentati in diversi Stati: “Gli attacchi – spiega la nota – possono impiegare una vasta gamma di tattiche, con l’utilizzo di armi convenzionali e non convenzionali, ed avere come obiettivi interessi sia pubblici che privati”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS