ANONYMOUS SI SCHIERA A FIANCO DELLA FRANCIA: “NOI NON DIMENTICHEREMO. ASPETTATECI” La più grande comunità internazionale di hacker e attivisti digitali ha diffuso un video in rete, in più lingue, in cui si dice determinata a “smascherare i membri dei gruppi terroristici responsabili dell’attacco a Parigi”

423

Anonymous dichiara guerra ai terroristi dell’“11 settembre di Parigi”. La più grande comunità internazionale di hacker e attivisti digitali ha diffuso un video in rete, in più lingue, in cui si dice determinata a “smascherare i membri dei gruppi terroristici responsabili dell’attacco a Parigi”. “Facciamo appello a voi – ha proseguito il portavoce del movimento “hacktivista”, con il volto coperto dalla maschera di Guy Fawkes – Riunitevi, mobilitatevi, difendete i nostri valori e la nostra libertà e aspettatevi una mobilitazione totale da parte nostra. Questa violenza non ci deve indebolire ma anzi deve darci la forza di riunirci e lottare insieme contro l’oscurantismo e la tirannia”.

La mobilitazione mondiale di Anonymous potrà essere seguita tramite l’hashtag #OpParis creato per dare risalto in rete alle azioni intraprese e per fare da richiamo ai nuovi attivisti che vorranno unirsi nello scandagliare la rete alla ricerca di simpatizzanti dello Stato islamico. I novelli internauti dovranno creare account e profili finti – spingendosi fino all’infiltrazione digitale illegale – per intercettare e segnalare alle autorità ogni attività sospetta. Un lavoro di intelligence che per il momento non è stato osteggiato da nessun governo.

Non è la prima volta che Anonymous scende in campo contro i jihadisti dell’Isis che usano la rete e i social network per diffondere la propaganda del califfato e soprattutto per reclutare nuovi adepti. L’iniziativa odierna richiama quella avviata immediatamente dopo l’attacco alla redazione di Charlie Hebdo dello scorso 7 gennaio nata per arginare l’attività su internet dell’Isis. Ora si compie un passo ulteriore. “Noi non ci fermeremo, noi non perdoneremo, e faremo tutto ciò che è necessario per mettere fine alle loro azioni”, conclude il portavoce di Anonymous.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS