IL NEPAL ELEGGE IL PRIMO PRESIDENTE DONNA L'ex ministro della Difesa ha scavalcato il suo più diretto rivale, Kul Bahadur Gurung, con 327 voti contro 214

422
nepal

Aria di cambiamento in Nepal, dove il Parlamento ha scelto come presidente del Paese l’avvocatessa Bidhya Bhandari, la prima donna nella storia dello Stato a ricoprire questo ruolo. L’ex ministro della Difesa ha scavalcato il suo più diretto rivale, Kul Bahadur Gurung,  con 327 voti contro 214, riuscendo così ad ottenere la poltrona della carica più alta del Paese, ma che in realtà ha funzioni prevalentemente simboliche.

Bhandari, 54 anni ed una delle poche donne presenti nel Parlamento, vicepresidente del partito comunista del Nepal, sostituirà Ram Baran Yadav, eletto nel 2008, primo presidente dopo la fine dei 240 anni di monarchia induista. E’ la seconda rappresentante del gentil sesso a ricoprire un incarico di responsabilità, dopo che Onsari Gharti Magar è diventata presidente del Parlamento.

Questo cambiamento così importante è uno degli effetti causati dall’approvazione della nuova Costituzione, avvenuta poco più di un mese fa, che ha l’ambizioso obiettivo di pacificare il Paese e trasformarlo in una democrazia, dopo decenni di instabilità e 10 anni di ribellione maoista, ha già consentito nelle scorse settimane di scegliere il nuovo premier, Kp Sharma Oil.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS