Il ruolo della Luna nei viaggi verso Marte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:51

Nell'anno in cui ricorre il cinquantesimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna, La Nasa lavora alacremente per raggiungere nuovamente il nostro satellite. L'arduo compito è affidato alla missione Artemis (nella mitologia greca è il nome della dea della Luna sorella gemella di Apollo, nome della celebre missione spaziale statunitense, ndr) che punta a portare l'uomo sul satellite della Terra entro il 2024. Un passo importante che ha sicuramente anche un altro obiettivo: utilizzare la Luna come trampolino per raggiungere Marte

L'importanza della Luna

Della fondamentale importanza della Luna per raggiungere Marte, ne ha parlato Sam Scimeni, direttore della Stazione Spaziale Internazionale (Iss), nell'ambito del convegno “Dalla Stazione Spaziale alla futura esplorazione spaziale: il ritorno sulla Luna”, organizzato dalla camera di Commercio di Roma, in collaborazione con l'ambasciata americana, evento a cui ha preso parte anche il presidente dell'Agenzia spaziale italiana, Giorgio Saccoccia. Scimeni ha sottolineato che il pianeta rosso si trova a 228 milioni di chilometri da noi. Andare sulla Luna, posta a 386.000 chilometri di distanza, sarebbe come fermarsi per fare rifornimento e poi ripartire quando si affronta un lungo viaggio, insomma una sorta di tappa intermedia. Secondo Scimeni, l'obiettivo più importante è quello di portare sulla Luna “tutto quello che abbiamo imparato sulla Stazione spaziale internazionale in questi anni. Per andare su Marte molte cose le dovremmo reinventare e la Luna potrà dare risposte a molte incognite“. 

Il 2033 sarà l'anno marziano?

Lo sbarco degli astronuati su Marte potrebbe avvenire molto prima di quanto pensiamo. nei mesi scorsi, infatti, la Nasa aveva annunciato di voler sbarcare sul pianeta rosso nel 2033, secondo quanto affermato dall'amministratore dell'agenzia spaziale Usa, Jim Bridenstine. Una data ben precisa che sarebbe stata scelta perché cosrrisponde con l'ultimo anno dell'eventuale secondo mandato di Donald Trump alla Casa Bianca. 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.