Honda, è ufficiale: nel 2019 sarà Marquez-Lorenzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:14

Ora è ufficiale: a partire dal 2019 Jorge Lorenzo correrà per la Honda Racing Corporation, affiancando il campione del mondo in carica Marc Marquez. Dalla prossima stagione, che sarà la prima senza Daniel Pedrosa dopo 12 anni ininterrotti di matrimonio in Moto Gp (17 considerando le serie inferiori), il Repsol Honda Team avrà a disposizione un'accoppiata pazzesca da 11 mondiali complessivi (per ora) in bacheca, 7 considerando la sola classe regina. Una novità nell'aria già da alcuni giorni, ovvero dal Gp del Mugello vinto dallo stesso Lorenzo e al termine del quale il maiorchino aveva di fatto ufficializzato il suo addio alla Ducati a fine stagione. La conferma indiretta era arrivata qualche ora fa, quando Dani Pedrosa aveva annunciato a sua volta la separazione dal team di Saitama.

Il comunicato

L'attesa legata al futuro di Jorge, come da lui promesso, è durata pochissimo, addirittura meno dei sette giorni dei quali aveva parlato al termine del Gran Premio d'Italia. Soddisfazione anche in casa Honda, dalla quale è arrivato un comunicato che mette nero su bianco il passaggio alla casa giapponese del pilota spagnolo: “Dal 2019 diventerà compagno di team del quattro volte campione del mondo MotoGP Marc Marquez: due grandi campioni con grande talento e grandi speranze di contribuire allo sviluppo della Hrc e di formare un team ancora più forte”. Il maiorchino ha firmato un contratto biennale sulla base di 4 milioni a stagione.

Valzer di selle

Inutile dire che l'addio di Lorenzo stia lasciando grandi rimpianti a Borgo Panigale, non tanto per la fine della storia in sé, quanto piuttosto per ciò che poteva essere e non è stato. Qualche incomprensione di troppo, una moto radicalmente diversa dalla Yamaha, alcune difficoltà di ambientamento, un compagno di squadra ben più a suo agio sulla Desmosedici e protagonista assoluto della scorsa stagione, nonché delle difficoltà nel coordinamento con la scuderia per l'assemblaggio della due ruote, giunto a compimento solo nel Gp del Mugello, come dichiarato da Lorenzo. Tutti ingredienti che hanno impedito al rapporto fra pilota e team di sbocciare appieno, arrivando di fatto a un addio quasi naturale. Con la casella in Ducati libera, ad approfittarne è stato Danilo Petrucci, che verrà promosso dalla Pramac alla Desmo ufficiale nel 2019, andando a formare con Dovizioso una squadra tutta italiana. Al suo posto, a far coppia con Miller, potrebbe andare un altro pilota tricolore, Francesco Bagnaia. Soddisfazione a Borgo Panigale, con l'ad Domenicali a dare il “benvenuto a Danilo, onesto, grande lavoratore e velocissimo, interpreta al meglio lo spirito del ducatista, gli vogliamo davvero bene. Un grande ringraziamento a Jorge Lorenzo per gli sforzi compiuti e la splendida vittoria di domenica al Mugello che resterà tra le nostre vittorie più belle”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.