Alonso si ritira: “Era il momento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:32

Fernando Alonso e la Formula 1 si dicono addio. Il pilota della McLaren, due volte campione del mondo con la Renault degli anni d'oro, ha annunciato che “dal 2019 e oltre” non correrà più sui circuiti del mondiale, lasciando il circus a tempo indeterminato e privandolo di una delle figure più valide e vincenti degli ultimi anni. Nelle ultime ore, una polemica montata con il suo ex compagno di squadra in Ferrari, Felipe Massa, schieratosi con il patron Red Bull Chris Horner che aveva definito lo spagnolo come una fonte di caos nei team e, per questo, inadatto a correre per la sua squadra. L'ex pilota brasiliano, dal canto suo, aveva dato ragione a Horner parlando di Alonso come “uno spaccasquadre”. Vero è però che la decisione di Fernando era nell'aria e, verosimilmente, le stoccate ricevute non sono state che di contorno a uno scenario che, da qualche anno, lo vede un po' ai margini rispetto alle competitive vetture di Ferrari e Mercedes.

La carriera

Sul fatto che si tratti di uno dei migliori piloti del dopo-Schumacher ci sono ben pochi dubbi: due campionati mondiali vinti (2005 e 2006), tre secondi posti (2010, 2012 e 2013, sempre alla guida della Ferrari), 32 gran premi vinti e 97 podi ottenuti, oltre a 23 giri veloci. Un palmares fra i migliori attualmente in pista che, forse, avrebbe potuto anche essere più corposo non fosse stato per qualche sfortuna di troppo nei suoi anni a Maranello. E' altrettanto vero, però, che da qualche tempo il mondo della F1 sembrava estraneo a uno come lui: “Dopo 17 anni meravigliosi in questo fantastico sport, è tempo per me di fare un cambiamento e andare avanti. Ci sono ancora diverse gare da qui alla fine della stagione e io le disputerò con la stessa passione e impegno di sempre. Vediamo che cosa mi darà il futuro, ci sono nuove sfide dietro l'angolo”.

Il futuro

Non è questione di un giorno. L'ex campione del mondo ha spiegato di aver “preso questa decisione qualche mese fa”, sottolineando di voler ringraziare “Chase Carey e Liberty Media per lo sforzo fatto per cercarmi di cambiare idea”. E prosegue: “Ringrazio tutti alla McLaren, il mio cuore sarà per sempre con loro. Sono sicuro che diventeranno più forti e miglioreranno in futuro. Era il momento giusto di lasciare la F1 e questo mi rende felice. Ringrazio infine i miei ex team, i miei rivali, i partner, i giornalisti e tutti quelli con cui ho lavorato in F1. Ma soprattutto voglio ringraziare tutti i miei tifosi sparsi nel mondo”. Su cosa Fernando farà da grande non c'è ancora certezza ma, negli ultimi anni, sono state sempre più frequenti le sue apparizioni nella Indycar Series e nelle gare di endurance. Quest'anno, debutto con vittoria alla 24 Ore di Le Mans: quel che sembra certo, è che il futuro di Alonso sarà legato alle auto e ai motori, qualunque essi siano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.