Silvia, la santa che diede i natali a un Papa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Santa Silvia, madre di san Gregorio Magno è nata a Roma intorno al 520 e deceduta a Roma intorno al 590.

E’ incerto il suo luogo di nascita: Roma, Subiaco o la Sicilia. Proviene da una famiglia di modeste condizioni. All’età di 18 anni sposa Gordiano, ricco membro dell’importante famiglia Anicia, che ricopre prestigiose cariche pubbliche.

La loro riuscita unione è cementata dalla profonda fede cristiana di entrambi; il loro figlio primogenito è San Gregorio Magno, futuro Papa e Dottore della Chiesa. Silvia è una madre molto premurosa: quando Gregorio diventa monaco e trasforma la loro villa sul Celio in monastero, lei ogni giorno prepara per il figlio, gracile di salute, un piatto di legumi o di altre verdure coltivate nel suo orto.

Spiritualità

Alla morte del marito, avvenuta verso il 573, e dopo che Gregorio diventa monaco, si ritira in una casa sull’Aventino per dedicarsi alla vita contemplativa. Nei vari ruoli della sua vita, come moglie, madre e vedova, mette sempre il Signore al primo posto.

Morte

Muore circa due anni dopo che Gregorio è diventato Pontefice. Gregorio colloca un’immagine dei suoi genitori nella chiesa di Sant’Andrea al Celio.

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.