Bisogna riscoprire l’importanza della lingua latina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09

Sono molto contento che abbiate scelto un nome latino: in terris=nelle terre o, meglio: nel mondo intero. Mi domando però quante persone sapranno tradurre. Sono 34 anni che mi batto affinché si diano le basi della lingua latina a tutti nelle medie: ho sempre trovato una marea di applausi ma una infinità di bugie: “Non ho tempo: ho altro da fare” cioè: “Ti approvo ma non mi interessa niente di questa tua campagna”. Mi sono arreso quando, inattesa, è arrivata dalla Inghilterra una notizia sconvolgente: il ministro della Scuola Gavin Williamson ha deciso che i ragazzi fra gli 11 ed i 16 anni imparino tutti un po’ di latino. In 5 anni c’è spazio per molto latino.

Domanda: vi sentite di indire una campagna affinché anche il nostro ministro Patrizio Bianchi si ricordi che il latino è nato in Italia e quindi è bene che i nostri ragazzi delle medie imitino i loro coetanei inglesi? Se sì, sarei contento di dialogare con voi per mettere a punto le modalità pratiche. Se no, non mi turberò: sono 34 anni che ricevo garbati dinieghi.

N. Dott. Romano – Rimini – Associazione “Pro Latinitate”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.