Sostieni In Terris per un’informazione libera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

Nonostante la pandemia continui ad imperversare e a mietere vittime, sembra che la situazione si stia normalizzando. Nonostante le difficoltà quotidiane, il distanziamento, la didattica a distanza e tutte le problematiche connesse al Covid, noi di In Terris non abbiamo smesso di credere nell’importanza del nostro lavoro.

Continuiamo ogni giorno, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno a raccontarvi l’attualità, a cercare di portare opinioni di esperti che possano fare chiarezza, con competenza e professionalità, sulle varie diatribe che imperversano nell’opinione pubblica. Ci occupiamo anche di fatti di cronaca, dando spazio anche alle iniziative della Chiesa e alle problematiche che riguardano l’intera società.

Cerchiamo di accendere un faro su quei conflitti dimenticati, di portare alla luce tutte le disuguaglianze che si incontrano nelle periferie esistenziali, non solo nel nostro Paese ma di tutto il mondo. Il nostro scopo è quello di apportare un contributo per edificare una società più giusta, dove tutti possano avere voce, soprattutto i poveri, gli indifesi e gli ultimi.

Per continuare in questo lavoro con amore e dedizione, mai come adesso abbiamo bisogno di quell’aiuto fondamentale per poter proseguire nella nostra missione. Ecco perché vi chiediamo di non lasciarci soli, ma di continuare generosamente a sostenerci.

Sono il vostro calore, la vostra stima, le lettere che ci scrivete a infonderci entusiasmo e desiderio di proseguire nella nostra missione. Per questo vi rinnoviamo l’invito a non lasciarci da soli e a non farci mancare il vostro sostegno. Non vi chiediamo il costo di un abbonamento fisso, ma una donazione, a secondo delle disponibilità di ognuno. Ne abbiamo bisogno per continuare a lavorare per voi e con voi. 

Grazie

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.