GIOVEDÌ 04 LUGLIO 2019, 12:38, IN TERRIS


NUMERI INNUMERI

Poveri e lavoratori: le cifre di una piaga italiana

La denuncia della Fondazione Ismu "Stiamo assistendo a un processo involutivo"

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Braccianti impiegati in una piantagione di pomodori
Braccianti impiegati in una piantagione di pomodori
P

overi e lavoratori. Si tratta dell'ultimo rapporto pubblicato dalla confederazione internazionale di organizzazioni non profit Oxfam sui nuovi "lavoratori poveri". E così emerge che, se nel 2017 i cosiddetti working poors erano il 12,3% degli Italiani, oggi la percentuale è aumentata. Per molti, dunque, il lavoro non rappresenta più il riscatto dalla povertà. Secondo Mikhail Maslennikov, policy advisor di Oxfam Italia, "Viviamo in un periodo in cui il lavoro garantisce meno che in passato l’autonomia economica e una prospettiva di vita dignitosa alle persone occupate e alle loro famiglie". Spesso con una retribuzione non comparabile alle ore di lavoro, molti Italiani devono fronteggiare svariati disagi in un mercato del lavoro disuguale che offre sempre meno posti di di qualità e sempre più occupazioni precarie. Per Maslennikov, si tratta di un fenonemo a cui si deve porre rapido e adeguato rimedio: "Ne va del benessere collettivo, del futuro delle giovani generazioni, e in senso più ampio della tenuta e coesione sociale del nostro Paese".


Tra i più poveri d'Europa

Tra i sintomi del fenomeno, v'è l'aumento della migrazione. Secondo Laura Zanfrini, docente di sociologia all’Università Cattolica e responsabile settore Economia e Lavoro della Fondazione Ismu: "La migrazione è uno specchio che ci fa vedere quello che funziona e quello che non funziona all’interno di una società, i suoi punti di forza e di debolezza. E i fattori di criticità sui quali intervenire". Dalle colonne del quotidiano Corriere della Sera, Antonella Ferreri, che lavora alla Cisl (Fisascat) di Milano Metropoli denuncia lavori a cottimo, assunzioni con ore dimezzate rispetto all'effettivo impiego, richieste di "flessibilità" di orari: "Stiamo tornando agli anni Venti - ha detto -. Molti si sentono colpiti nella dignità personale". Non solo i cosiddetti food riders e i braccianti sono tra le "vittime" dei lavori a cottimo. Anche il settore della ristorazione annovera diversi "working poor". Spesso, vi sono intrecci di appalti e subappalti, sia in aziende pubbliche che private. In taluni luoghi di lavoro, il datore di lavoro può ridurre le ore d'impiego, insieme alla paga. Per Ferreri, "sono necessari maggiori controlli da parte della guardia di finanza e delle forze dell'ordine".


I progetti di sostegno

Parallelamente al fenomeno, non mancano progetti a sostegno dei lavoratori, a cominciare dalla Caritas italiana che, con il Progetto Presidio, si propone di offrire assistenza e tutela contro lo sfruttamento lavorativo: "Dal 2015 abbiamo registrato 5.000 nominativi nel nostro database" ha spiegato il legale Caterina Del Boca. Per la Caritas, il lavoro nero, precario e senza garanzie, è stato in grado di assorbire una massa ingente di poveri, finora non tutelata. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ECOBONUS

Tornano gli incentivi per le auto ecologiche

Fino al 20 novembre è possibile acquistare una nuova auto con lo sconto fino a 4.000 euro
INCIDENTI IN MONTAGNA

Alpinista scivola e muore in Valle Camonica

L’uomo, insieme a due amici per una scalata, è caduto per cento metri prima dello Spigolo Cassin. Per recuperare il...
GALLARATE

Aggressione al sacrestano di colore: “Ora temo per la mia vita”

L’uomo, originario del Burundi e cittadino italiano dal 2015, è stato attaccato da un uomo che lo ha spesso...
Ida Colucci, ex-direttrice del Tg2
GIORNALISMO

Lutto al Tg2, scomparsa Ida Colucci

Direttrice del telegiornale, ha dedicato la sua vita all'informazione
Simon Gautier
CILENTO

Aperta un'inchiesta sulla morte di Simon Gautier

L'ipotesi è che, dopo aver lanciato l'allarme, il 27enne sia deceduto nell'arco di 45 minuti
MIGRANTI

La Spagna apre i porti nelle Baleari, Open Arms vuole sbarcare a Lampedusa

La Francia è disposta ad accogliere 40 migranti. I 27 minori non accompagnati oggi a Porto Empedocle saranno trasferiti...
Hicham Boukssid, la vittima Hui
REGGIO EMILIA

Si è costituito il presunto killer di Stefania

La barista di origini cinesi era stata accoltellata lo scorso 8 agosto nel bar dove lavorava
La balenottera spiaggiata a Cala de Figo
SPAGNA

La gru tenta di sollevare il corpo della balena ma spezza la coda

L'incidente a Navia, nelle Asturie: il cetaceo era rimasto spiaggiato in una cala vicina e oggetto di selfie prima della...
Rifiuti
MUNICIPIO XI

Rifiuti: prima multa per violazione dell'ordinanza Raggi

Un uomo ha gettato l'immondizia contenuta in sacco nero e non trasparente
L'incendio e i soccorsi
SPAGNA

Incendio nell'isola di Gran Canaria: 4000 evacuati

E' il secondo rogo in pochi giorni, Torres: "Danno ambientale"