MERCOLEDÌ 31 LUGLIO 2019, 18:40, IN TERRIS


REGGIO CALABRIA

Mattarella telefona al papà di Maria Antonietta Rositani

Carlo Rositani: "Grazie al Presidente della Repubblica per avermi fatto sentire la sua vicinanza".

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"H

a squillato il telefono e ho visto che era un numero sconosciuto che mi stava chiamando. Quando ho risposto mi sono emozionato: era il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella". La voce di Carlo Rositani si incrina leggermente a causa della commozione nel raccontare il colloquio telefonico che oggi pomeriggio ha avuto con il capo dello Stato che lo ha contatto dopo aver ricevuto una sua lettera in cui chiede giustizia per la figlia Maria Antonietta Rositani, che da quattro mesi combatte in ospedale dopo che lo scorso 12 marzo l'ex marito aveva tentato di ucciderla dopo essere evaso dagli arresti domiciliari. "Vorrei ringraziare il presidente Mattarella per la sua vicinanza, per avermi chiamato, per essersi interessato delle condizioni di salute di Maria Antonietta, per avermi fatto sentire la sua vicinanza", spiega Carlo, appena uscito dal reparto di terapia intensiva del policlinico di Bari dove è andato per stare con sua figlia.


La telefonata con Mattarella

Carlo ha raccontato in esclusiva a In Terris il colloquio con il presidente Mattarella. "Non pensavo di ricevere in così poco tempo una telefonata dal Presidente, è una persona che stimo moltissimo. Mi ha chiesto come stava mia figlia, mi ha detto di non preoccuparmi che c'era lui vicino a me e abbiamo parlato per circa 15 minuti. Ha detto di conoscere già la storia di mia figlia e di essersi commosso quando ha letto la mia lettera - racconta Carlo - Quando ho capito che era veramente lui ho pensato subito a don Aldo Buonaiuto che ieri è stato proprio dal Presidente dandogli copia della mia lettera. Voglio ringraziare tanto Eleonora Daniele per la sua vicinanza, è grazie a loro infatti che il mio scritto è arrivato nelle mani di Mattarella".


La lettera

Carlo quella lettera al presidente della Repubblica l'ha scritta lo scorso 26 luglio. Righe piene di disperazione, scritte da un "padre disperato, un padre che piange, un padre che vede la propria figlia da più di cento giorni disperarsi e piangere su un letto di ospedale. Le scrivo per dirle mi aiuti... per dirle, da padre a padre che mi faccio forza ma non posso fare a meno di pensare a cosa ne sarebbe di mia figlia se venissi a mancare io. Non mi abbandoni signor Presidente", si legge nella lettera.


Maria Antonietta

Nonostante siano passati quattro mesi da quel 12 marzo, Maria Antonietta è ancora ricoverata nel reparto di terapia intensiva del policlinico di Bari a causa delle gravissime ustioni subite. Infatti, l'ex marito Ciro Russo, dopo essere evaso dagli arresti, ha tamponato l'auto sulla quale stava viaggiando Maria Antonietta e le ha dato fuoco. Lei è riuscita a scappare dall'interno dell'auto, ma il suo aggressore l'ha raggiunta e le ha versato della benzina addosso abbandonandola al suo destino. Nonostante non sia più in coma farmacologico, le condizioni di salute della donna non sono ancora buone: domenica notte ha subito un intervento d'urgenza a causa di un blocco intestinale, racconta il papà. Carlo chiede che venga fatta giustizia per sua figlia, chiede che venga spiegato come mai nonostante le molteplici denunce non sia stato fatto abbastanza per proteggerla, chiede di sapere come mai Russo sia riuscito a evadere dai domiciliari e a percorrere 500 chilometri per aggredire quella che lui chiama ancora oggi "la mia bambina". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca