Santo del giorno - CONVERSIONE DI SAN PAOLO APOSTOLO

Festa della Conversione di San Paolo Apostolo. S.Paolo era ebreo della tribù di Beniamino. Fu circonciso l'ottavo giorno dopo la nascita, e fu chiamato Saulo. Apparteneva, come il padre, al gruppo dei farisei. I suoi genitori lo mandarono per tempo a Gerusalemme, alla scuola di Gamaliele, celebre dottore in legge. Sotto questa sapiente guida Saulo si abituò alla più esatta osservanza della legge mosaica. Questo zelo fu quello appunto che fece di Saulo il persecutore più terribile dei primi seguaci di Gesù. Lo vediamo nella lapidazione di Stefano custodire le vesti dei lapidatori, non potendo far altro, non avendo l'età prescritta; egli stesso però lapidava nel suo cuore, non solo Stefano, ma tutti i Cristiani, avendo in mente una sola cosa: sradicare dalle fondamenta la Chiesa di Cristo e propagare in tutto il mondo il Giudaismo.
La conversione di Paolo che siamo chiamati a celebrare e a vivere, esprime la potenza della grazia che sovrabbonda dove abbonda il peccato. La svolta decisiva della sua vita si compie sulla via di Damasco, dove egli scopre il mistero della passione di Cristo che si rinnova nelle sue membra. Egli stesso perseguitato per Cristo dirà: "Completo nella mia carne quello che manca ai patimenti di Cristo, a favore del suo corpo che è la Chiesa".

CURIOSITÀ: Questa celebrazione, già presente in Italia nel sec. VIII, entrò nel calendario Romano sul finire del sec. X. Conclude in modo significativo la settimana dell’unità dei cristiani, ricordando che non c’è vero ecumenismo senza conversione (Concilio Vaticano II, Unitatis Redintegratio, 7).

Accadde oggi

25 Gennaio

1881 - Thomas Edison e Alexander Graham Bell formano la Oriental Telephone Company

1985 - Viene registrata, per l'iniziativa USA for Africa, la canzone "We Are the World"

Frase del giorno

"Ci vogliono settantadue muscoli per fare il broncio ma solo dodici per sorridere. Provaci per una volta" (Mordecai Richler)

Il Santo di domani: SAN GIACOMO, Apostolo