L’automobile volante non è più un sogno irrealizzabile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Diverse startup hanno promesso di mettere in vendita, nei prossimi anni, un veicolo “drive-and-fly” (con il quale si può guidare su strada o volare), ma nessuna è ancora riuscita a metterlo su strada, o su pista di decollo. NFT Inc., startup in crescita focalizzata sulla mobilità del futuro, scommette che avrà successo dove i suoi rivali hanno fallito, con i preordini che si apriranno giovedì per ASKA, la prima auto volante elettrica dell’azienda. NFT sta sviluppando il veicolo di guida e volo ASKA eVTOL e il sistema di volo autonomo. L’azienda ha sede a Mountain View, California, con un centro di ricerca e sviluppo in Israele. NFT è stata co-fondata da Maki e Guy Kaplinsky, futuristi ed esperti imprenditori tecnologici. La loro precedente startup, IQP Corporation, è stata una delle prime innovatrici nell’Internet of Things ed è stata acquisita da GE nel 2017.

Il veicolo ASKA drive and fly è stato sviluppato con l’obiettivo di cambiare il modo in cui le persone si spostano, offrendo una valida opportunità economica all’industria automobilistica. L’ASKA, che ha le dimensioni di un SUV (e che, in giapponese, significa “uccello volante”) può essere meglio descritto come un aereo che si guida, piuttosto che un’auto che vola. Anche quando i suoi sei rotori sono chiusi, il veicolo ha l’aspetto inconfondibile di un velivolo volante, con un parabrezza anteriore a bolla, simile a quello di un elicottero e una parte posteriore a coda che risulta familiare a chiunque abbia volato su un aereo. Le consegne di ASKA non sono previste prima del 2026, anno in cui la società stima che i regolamenti in materia di sicurezza e controllo del traffico si saranno sviluppati abbastanza da supportare l’uso da parte degli utilizzatori di nuovi veicoli per la mobilità aerea. Una persona dell’azienda ha confermato che NFT ha già iniziato a ricevere i preordini per il veicolo, che verrà venduto ad un prezzo di $ 789.000, addestramento dei piloti incluso. Essere la prima azienda a portare sul mercato un’auto volante di consumo è un obiettivo ambizioso.

I co-fondatori dell’azienda hanno dichiarato che i veicoli per la mobilità aerea, tra cui ASKA, cambieranno radicalmente la vita urbana e suburbana. “Cambierà la dinamica delle città”, ha detto Guy Kaplinsky. “La mobilità aerea urbana ridefinirà la periferia e le aree rurali”, ha aggiunto Maki Kaplinsky. “Trasformerà la ricchezza in aree periferiche e sono sicuro che sarà di grande interesse per i sobborghi circostanti”. Ciò che distingue ASKA dai suoi concorrenti, dicono i cofondatori, è che i clienti non avranno bisogno di recarsi in un aeroporto per utilizzare il veicolo. Allo stesso modo, le autorità di regolamentazione non dovrebbero preoccuparsi di ritrovarsi con un maggiore afflusso di veicoli aerei urbani negli aeroporti.

ASKA è stato progettato per il “trasporto porta a porta”: tutto ciò di cui il veicolo ha bisogno è spazio sufficiente per aprire le ali e le pale del rotore. ASKA può decollare su una pista, come un aereo convenzionale, ma è anche in grado di sollevarsi verticalmente, come un elicottero. Guy Kaplinsky ha spiegato che il decollo convenzionale richiede meno energia e che i clienti possono scegliere questa forma di decollo in un’area rurale, dove c’è molto spazio, e atterrare, eventualmente, verticalmente in città. Ogni rotore è dotato di un pacco batterie indipendente, ma l’azienda ha anche deciso di installare due “range extender”, che forniranno alimentazione a benzina. I due rotori centrali dell’aereo possono fungere anche da ali e possono supportare il “volo a vela”, planato, in caso di emergenza.

“La maggior parte dei nostri clienti sarà costituita da nuovi piloti e per noi la sicurezza è il numero uno. Il problema, in questo momento, è la cella della batteria. Non c’è sviluppatore di celle chimiche al mondo che ti assicura che la sua cella non fallirà in aria, e noi non vogliamo correre nessun tipo di rischio, per questo vogliamo inserire il range extender. Ciò non toglie che ASKA potrebbe diventare completamente elettrica in futuro, a seconda degli sviluppi nella tecnologia delle batterie”, ha detto Guy Kaplinsky.
ASKA avrà dimensioni contenute da poter essere tenuto in un garage convenzionale o in giardino e sarà in grado di ricaricarsi utilizzando le stazioni di ricarica che già esistono per i veicoli elettrici.

In linea anche con alcune aziende di veicoli elettrici, ASKA sarà dotata di tecnologia di guida semi-autonoma. “Dal momento che ci rivolgiamo a clienti che si qualificano come piloti non professionisti, riteniamo che la tecnologia semi-autonoma li aiuterà a sentirsi a proprio agio con un certo grado di controllo, piuttosto che sedersi in un “robot completamente autonomo”, ha dichiarato il portavoce dell’azienda.

Anche se le normative consentissero la piena autonomia in futuro, “riteniamo che ancora molti clienti apprezzerebbero avere un controllo semi-autonomo, un certo grado di controllo”, ha aggiunto il portavoce. NFT vuole anche reinventare l’esperienza di acquisto con l’apertura di uno showroom ASKA a Los Altos, in California a breve. Lì, i clienti potranno parlare con esperti di aerodinamica e controllo del volo. Se una persona è tra i primi 1.500 a fare il pre-ordine, con un deposito di 5.000 dollari, gli verrà assegnata una quota della società e potrà far parte del “Club dei Fondatori”. I membri potranno incontrarsi ogni tre-sei mesi con i dirigenti dell’azienda e discutere del futuro della stessa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.