Insalatina di orzo e salmone “in forma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:03
salmone

L’orzo è un cereale dalle proprietà remineralizzanti e antiinfiammatorie, contiene una discreta quantità di fosforo, potassio, magnesio, zinco, silicio e calcio, oltre a vitamine del gruppo B e vitamina E. Si utilizza in vari modi: zuppe, orzotti e insalate. Oggi vi proponiamo una ricetta fresca e gustosa, un’insalata di orzo con tartare di salmone.

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr di salmone freschissimo
  • 100 gr di orzo perlato
  • 100 gr di fagiolini
  • 1 pomodoro maturo
  • ½ limone
  • 1 ciuffo di finocchietto
  • 1 ciuffo di menta
  • Olio
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

Pelate il pomodoro, togliere i semi e tagliarlo a cubetti, lasciarlo sgocciolare in un colino. Pulire i fagiolini, tagliarli a pezzettini e farli cuocere in acqua bollente. Lessare l’orzo in una casseruola con abbondante acqua seguendo le indicazioni sulla confezione. Lavare la menta, il finocchietto e tritarli lasciandoli separati. Grattugiare il limone o con l’apposito rigalimone ottenete delle listarelle della scorza, spremetene il succo.

Preparate una salsina con olio limone un po’ della menta e del finocchietto e un pizzico di scorza grattugiata, emulsionare bene. In una ciotola condite l’orzo con i fagiolini. Il pomodoro a cubetti e unite la salsina. Tagliate il salmone a cubetti e condirlo con olio sale pepe un pizzico di finocchietto e menta. Sbizzarritevi a preparare un bel piatto da portata per ogni persona utilizzando delle formine rotonde, riempite con l’orzo pressandolo un pochino. Sfilate la formina e aggiungere la tartare di salmone con qualche ciuffetto di finocchietto e le scorzette di limone. Buon appetito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.