MARTEDÌ 14 GENNAIO 2020, 14:07, IN TERRIS

CHIESA

Bufera sulla firma di Ratzinger ritirata dal libro sul celibato

Versioni discordanti sull’operazione editoriale che vede al centro il Cardinale Sarah

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
I

l Papa emerito ha chiesto di ritirare la sua firma dal libro Des profondeurs des nos coeurs, che raccoglie i testi sul sacerdozio scritti da Papa Benedetto XVI e dal cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino. Dopo il polverone alzatosi in merito a supposti dissensi del Papa emerito su posizioni legate a ciò che emerso nel Sinodo per l'Amazzonia - relativo all'eventualità di ordinare uomini sposati di comprovata fede nella regione panamazzonica - Ratzinger avrebbe ritenuto più opportuno ritirare la sua firma. Lo ha affermato Georg Gänswein, segretario particolare di Benedetto XVI, che ha aggiunto: "Il Papa emerito sapeva che il cardinale stava preparando un libro e aveva inviato un suo testo sul sacerdozio autorizzandolo a farne l'uso che voleva" ma "non aveva approvato alcun progetto per un libro a doppia firma né aveva visto e autorizzato la copertina. Si è trattato di un malinteso senza mettere in dubbio la buona fede del cardinale Sarah. Il testo che Benedetto ha mandato al cardinale è un testo suo che rimane e lui l'autore e non degli altri testi".


Le parole del cardinale

In un tweet, il cardinale Sarah ha reso noto che, considerate le polemiche per l'uscita del libro, "è stato deciso che l'autore del libro sarà: Card Sarah, con il contributo di Benedetto XVI. D'altro canto, l'intero testo resta". 

Questa mattina, il presule ha pubblicato la corrispondenza scambiata con il Papa emerito e anche un suo comunicato stampa ufficiale, per replicare alle insinuazioni di aver frainteso le intenzioni di Benedetto XVI: "Il mio attaccamento a Papa Benedetto XVI resta intatto e la mia obbedienza filiale a Papa Francesco assoluta". Nel lungo testo, scritto su carta intestata, Sarah ha ripercorso le fasi di gestazione, poi di stesura del libro, indicando anche la data di pubblicazione, prevista per il 15 gennaio: "Perdono sinceramente tutti coloro che mi calunniano o che mi vogliono opporre a Papa Francesco". L'anticipazione parziale del libro, pubblicata su Le Figaro, aveva riscosso clamore, perché le parole del Papa emerito s'innestano nelle settimane in cui è in fase di elaborazione l'esortazione post-sinodale sul Sinodo per l'Amazzonia, dove un tema molto discusso è stato quello dei viri probati, cioè l'apertura al sacerdozio di uomini adulti di comprovata fede. 


La vicenda

Il comunicato del cardinale Sarah giunge per rispondere a chi aveva affermato che il Papa emerito non avesse mai acconsentito alla pubblicazione del libro. Una fonte affidabile ritenuta "molto vicina" a Benedetto XVI avrebbe, infatti, dichiarato all'emittente Cope, che Benedetto non avrebbe mai dato l'autorizzazione per la pubblicazione di un libro a quattro mani: "Benedetto XVI non ha scritto un libro a quattro mani con Sarah, non ha mai visto né autorizzato la copertina, nemmeno il fatto che sia stato pubblicato un libro a quattro mani [...].  Benedetto prende le distanze e si manifesta totalmente ignaro" dichiara Cope. Secondo la stessa fonte, il presule era venuto a conoscenza che il Papa emerito stava scrivendo alcuni appunti relativi al sacerdozio e gli avrebbe chiesto di poterli visionare. Il Papa, dal canto suo, l'avrebbe volentieri concesso. Secca la replica del cardinale che, con dovizia di particolari, ha reso noto tutto il procedimento che ha portato alla stesura del libro: "Il 12 ottobre, durante il sinodo dei vescovi sull'Amazzonia, mi ha inviato, sotto plico confidenziale, un lungo testo - scrive Sarah -, frutto del suo lavoro dei mesi trascorsi. Resomi conto dell'ampiezza dello scritto, sia sulla forma che sul contenuto, ho immediatamente pensato che non sarebbe stato possibile proporlo a un giornale o rivista [...]. Ho immediatamente chiesto al Papa il rilascio di un libro che avrebbe integrato i testi suoi e miei, e che avrebbe fatto tanto bene alla Chiesa" ha aggiunto.


Il frutto del silenzio

Dagli ambienti conservatori, il testo di Benedetto XVI è stato interpretato come un messaggio controcorrente alla linea del Pontefice. In realtà, sia il Papa emerito che il cardinale Sarah, hanno voluto ribadire la loro obbedienza filiale a Francesco. D'altro canto, a Ratzinger viene contestato il suo intervento dopo la scelta di una vita di silenzio. Nell'intervista rilasciata a Le Figaro, Sarah ha affermato: "Con questo libro, il papa emerito Benedetto XVI non ha rotto il silenzio. Ne offre il frutto". Le riflessioni di Benedetto XVI sulla castità, "ontologica" alla vocazione sacerdotale, sarebbe frutto di meditazioni. Egli stesso, nella prefazione al libro scritto da Sarah, La forza del silenzio, ricordava che il silenzio vuol dire "entrare nel silenzio di Gesù dal quale nasce la sua Parola". 


Papa Francesco sul sacerdozio

Il direttore editoriale di Vatican News Andrea Tornielli ha spiegato che le posizioni di Papa Francesco sul tema sono state sempre chiare. Il direttore della Sala Stampa vaticana, Matteo Bruni, ieri ha affermato che la posizione di Papa Francesco sul celibato sacerdotale è nota, ricordando le sue parole pronunciate nella conferenza stampa in aereo dal viaggio di ritorno da Panama: "Mi viene alla mente una frase di San Paolo VI: 'Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato'". 


Le dichiarazioni di Papa Francesco sul sacerdozio nel viaggio di ritorno da Panama - Video © Vatican Media

Tornielli ricorda che, quando Bergoglio era cardinale, nel libro con il rabbino Abraham Skorka, aveva spiegato di essere favorevole al celibato sacerdotale, "con tutti i pro e i contro che comporta, perché sono dieci secoli di esperienze positive più che di errori. La tradizione ha un peso e una validità". E sull'orma di questa tradizione millenaria, il filo rosso che lega tutti i Pontificati continua con l'azione pastorale di Papa Francesco. La questione dei viri probati, emersa nel recente Sinodo per l'Amazzonia, riguarda contesti particolari, in cui è difficile raggiungere alcune aree e molte comunità cristiane sono private dell'Eucaristia e dell'accesso ai sacramenti. Questo "dono prezioso" - come lo definì Bergoglio - è costitutivo della Chiesa latina, anche se - ricorda Tornielli su Vatican News - "non è e non è mai stato un dogma", bensì "una disciplina ecclesiastica". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Preghiera del rosario
PRO VITA & FAMIGLIA

Genova: un rosario in piazza contro la blasfemia

Organizzato per pregare contro la cristianofobia e difendere l'identità religiosa
Ambulanza
L'ALLERTA

Coronavirus, primo caso in Germania

Si tratta di un cittadino bavarese, dato in buone condizioni ma in isolamento. Intanto sale a 106 il numero delle vittime
Il luogo dello schianto. Nel riquadro, i resti del velivolo
L'INCIDENTE

Afghanistan, giallo sullo schianto di un jet Usa

L'aereo è caduto in territorio talebano. Gli insorti: "Abbattuto un velivolo della Cia". Verifiche in corso
La pubblicità apparsa sul Grattacielo Pirelli
IL CASO

Milano, pubblicità di escort sul palazzo della Regione

Le immagini spuntano su una delle facciate del Pirellone. I consiglieri dem annunciano un'interrogazione
Stefano Bonaccini e Jole Santelli
IL VOTO

Emilia-Romagna e Calabria, le regionali in numeri

Affluenza alle stelle in Emilia, stabile nella regione del Sud. E i partiti di coalizione fanno il loro
Un carcere italiano
REGIONALI EMILIA-ROMAGNA

Nel carcere bolognese pochi detenuti hanno scelto di votare

Le ragioni dell'assenteismo spiegate dal responsabile della Comunità Educante con i Carcerati
NAPOLI

Corruzione e rivelazione segreti d'ufficio: 5 carabinieri in manette

Tre uomini dell'arma sono stati sospesi per un anno
I controlli alla stampa prima della conferenza stampa del ministro della Salute cinese a Pechino ieri - Foto © The Yomiuri Shimbun via AP Images
ALLERTA MONDIALE

Coronavirus, tutto quello che ancora non sappiamo

Aumentano i casi di contagio nel mondo. I morti salgono a 80

Consumo di droghe: necessario un osservatorio in ogni comune italiano

Siamo quelli che mangiano veg e comprano bio; siamo quelli che recitano il vangelo della sostenibilità e della...
I resti della Delta
CROTONE

Tragico schianto sulla statale Silana Crotonese

Una Nissan si è scontrata frontalmente con una Lancia
Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Bologna
BOLOGNA

Mihajlovic ricoverato per terapia post trapianto

Il tecnico del Bologna era stato fatto oggetto di insulti a carattere politico nei giorni scorsi
Billie Eilish
LOS ANGELES | USA

Grammy, Billie Eilish entra nella storia nella notte dedicata a Bryant

Alicia Keys, in onore di Kobe, ha improvvisato la canzone "It's So Hard to Say Goodbye to Yesterday"
Uno pari, palla al centro

Centrosinistra 1 - Centrodestra 1. Palla al centro?

Bonaccini vince in Emilia Romagna dove il Pd frena la Lega; Santelli trionfa in Calabria. Spariscono i Cinque Stelle
Elezioni Emilia-Romagna
ELEZIONI REGIONALI

Calabria, vince la destra. L'Emilia-Romagna resta a sinistra

I commenti e le reazioni a caldo di tutte le forze politiche. Zingaretti: "Grazie sardine". Salvini: "Orgoglioso...
Alluvioni in Brasile
MINAS GERAIS

Alluvioni in Brasile: 44 vittime, 17mila sfollati

Il presidente Jair Bolsonaro ha assicurato che il suo governo sta facendo "tutto il possibile"
ITALIA

Il Ponte Morandi ci ha condannati. Ora chiediamo giustizia

A Interris.it parla Egle Possetti, Presidente del Comitato Vittime del Ponte Morandi