Supercoppa all’Inter

Battuto ai supplementari la Juve. Decide un gol di Sanchez

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:18
foto Daniele Buffa/Image Sport

Centoventi minuti è durata Inter-Juve, una partita infinita, giocata meglio dalla formazione di Inzaghi che ha tenuto meglio il campo, senza però sfondare. Juve avanti con McKennie, pareggio nerazzurro con Lautaro su rigore. Assalto vano, fino all’ultimo respiro, quando Sanchez, subentrato, ha regalato la supercoppa italiana a Inzaghi e ai nerazzurri.

Nell’Inter c’è Dzeko, nella Juve Dybala in panchina

Inzaghi sceglie Dzeko al fianco di Lautaro, Calhanoglu c’è. Nella Juve panchina per Dybala, in prima linea Kulusevski e Morata. Inter con il 3-5-2 canonico: tra i pali c’è il capitano Samir Handanovic, nei tre dietro, Skriniar, De Vrij e Bastoni. Dumfries e Perisic esterni di centrocampo, in mezzo Barella, Brozovic e Calhanoglu, con Dzeko e Lautaro in prima linea. Allegri parte con il 4-4-2: tra i pali spazio a Perin, De Sciglio, Rugani, Chiellini e Alex Sandro dietro, Bernardeschi, McKennie, Locatelli e Rabiot nel folto centrocampo, Kulusevski e Morata di punta. Arbitra Doveri di Roma.

Subito Inter

Inizia forte la squadra di Inzaghi. Perisic va via a sinistra con regolarità. Juve in difficoltà, Chiellini costretto agli straordinari. Alex Sandro salva su Dzeko, Barella svirgola da posizione favorevole poi va giù in area dopo un contatto con Chiellini. Juve che non riesce a ripartire. In mezzo meglio l’Inter con Barella, Brozvic e Calhanoglu sempre primi sul pallone.

Guizzo Juve, la sblocca McKennie

L’Inter sbaglia troppi disimpegni, ci prova Morata ma sono sempre i nerazzurri a tenere in mano il gioco. L’Inter domina, la Juve passa al primo affondo. Kulusevski lavora un pallone sulla destra, azione manovrata, la tocca De Sciglio che la rimette sul secondo palo, Morata è lucido nel controllo poi la mette in mezzo per McKennie che arriva a rimorchio e di testa l’americano la piazza: 1-0 Juve dopo venticinque minuti.

La riprende Lautaro

L’Inter accusa il colpo ma riparte. La Juve si abbassa troppo sulla spinta nerazzurra. Dzeko va giù in area dopo un contatto con De Sciglio, Doveri non ha dubbi, è rigore. Dal dischetto Lautaro Martinez spiazza Perin e la rimette in parità: 1-1. L’Inter continua a fare la partita. Perisic sfonda a sinistra, chiuso in angolo all’ultimo momento. Juve che non esce più. All’intervallo è 1-1.

Ripresa senza guizzi

Non cambia il copione nella ripresa, con l’Inter sempre a fare la partita e la Juve brava a chiudere tutti gli spazi. Di occasioni zero, tanto possesso nerazzurro, ma Perin non è mai stato chiamato pericolosamente in causa. La Supercoppa Italiana passa attraverso i supplementari anche se le due squadre hanno speso molto e la stanchezza comincia a farsi sentire.

La decide Sanchez

La vince l’Inter all’ultimo secondo dei supplementari. La decide Sanchez con un tocco sottomisura. I due overtime avevano prodotto il nulla, con le due squadre stanche, con l’Inter ad attaccare e la Juve a difendersi con ordine. Fino al minuto centoventi. Sorride Inzaghi, mastica amaro Allegri.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.