Ordinanza in Calabria, coprifuoco e didattica a distanza per le superiori

Misure preventive decise dalla Regione per contenere l'aumento di contagi e la possibile sofferenza degli ospedali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03

Stretta in arrivo anche in Calabria: il presidente facente funzioni della Regione, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza che, per i prossimi 15 giorni, decreta il coprifuoco notturno e la didattica a distanza per le scuole superiori. Una soluzione d’emergenza per contenere la crisi epidemiologica del Covid-19 a livello nazionale, in maniera preventiva per una delle regioni italiane comunque meno colpite, con 3.305 casi totali ma con 187 nelle ultime 24 ore.

Misure contenitive anche per quanto riguarda Rsa e strutture sanitarie, ma con occhio particolare alla mobilità in regione (ferma dalle 24 alle 5 del mattino) e alla didattica in presenza delle scuole superiori, sospesa a partire dal 26 ottobre 2020. Permane, inoltre, l’obbligo di mascherina su tutto il territorio regionale. Posto inoltre l’ordine per gli ospedali hub di aumentare le postazioni in terapia intensiva del 20% in 10 giorni.

In aggiornamento

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.