Covid – 19: i dati pubblicati da I.S.S. evidenziano una diminuzione dell’incidenza e del Rt

Le rilevazioni settimanali pubblicate dall'Istituto Superiore di Sanità in sinergia con il Ministero della Salute evidenziano un miglioramento dell'indice Rt e dell'incidenza del Covid - 19

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02
Covid

Nell’ambito del monitoraggio posto in essere dall’Istituto Superiore di Sanità in sinergia con il Ministero della Salute ora al vaglio della cosiddetta cabina di regia si evince che i valori relativi all‘indice Rt e all’incidenza della diffusione del Covid – 19, rispetto alla scorsa settimana, sono in lieve miglioramento tanto che l’indice Rt è passato da 0,89 a 0,86 mente invece l’incidenza è passata dai 123 ogni 100 mila abitanti di una settimana fa ai 96 ogni 100 mila abitanti odierni.

Indice Rt maggiore a 1 in solo due Regioni

Tanto premesso, dalla bozza di questo monitoraggio emerge anche che, allo stato attuale, vi sono solo due Regioni con un Rt maggiore a 1 – ovvero Umbria e Molise – e solo quattro Regioni hanno una classificazione a rischio moderato – Umbria, Toscana, Lombardia e Calabria -.

Tasso di occupazione delle terapie intensive

Oltre a quanto precedentemente esemplificato dal presente monitoraggio settimanale è evidenziato anche che vi è stata una riduzione delle Regioni con un tasso di occupazione delle terapie intensive sopra la soglia critica che, ad oggi, risultano essere solo Calabria, Toscana e Lombardia.

In ultima istanza il tasso nazionale di occupazione delle terapie intensive risulta essere al 23% con 2056 persone ricoverate

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.