Assegno unico, il via libera definitivo

Approvato in Consiglio dei ministri il decreto attuativo, domande a partire da gennaio e da marzo le erogazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:15

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo al decreto attuativo dell’assegno unico, passato senza modifiche al testo. Da gennaio sarà possibile fare domanda per ottenere l’assegno universale per i figli e da marzo inizieranno le erogazioni.

Bonetti (Pari opportunità): “Investiamo nelle famiglie”

“È un giorno importante che segna la scelta di concretezza del nostro Paese”, scrive in un post su Facebook la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, “rimettiamo al centro le bambine e i bambini, investiamo nelle famiglie, attiviamo il futuro delle nostre comunità”.

Stefani (Disabilità): “Attenzione figli con disabilità”

“L’assegno unico universale approvato in via definitiva dal Consiglio dei ministri esprime una particolare attenzione per i figli con disabilità“, così Erika Stefani, titolare del dicastero sulla disabilità. “Prevede infatti, nello specifico, una maggiorazione dell’importo che varia da 105 a 85 euro mensili, in base alla condizione di disabilità (non autosufficienza, grave e media), che si aggiunge ai 175 euro mensili previsti invece per tutti i figli (importo graduato in base all’Isee). Inoltre per i figli con disabilità, che hanno un’età compresa tra i 18 e i 21 anni, la maggiorazione è di 50 euro al mese. Per i figli a carico con disabilità, ultra 21enni, è previsto un assegno a vita di 85 euro mensili, importo variabile in base all’indicatore Isee”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.