GORILLAZ DI NUOVO INSIEME A 5 ANNI DALL’ULTIMO ALBUM

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:00

Dopo le indiscrezioni degli scorsi mesi è arrivata la notizia ufficiale. I Gorillaz torneranno insieme per un nuovo album. Il titolo è ancora da definire ma il disco, hanno confermato gli esponenti della band britannica, arriverà entro la fine del 2016; a 5 anni di distanza da “The fall”. Ad occuparsi della scrittura dei brani è Demon Alarn, frontman dei Blur e cofondatore del gruppo, che ha già iniziato a lavorare ai pezzi lo scorso settembre insieme agli ex-Clash Mick Jones e Paul Simonon.

“Uscirà il prossimo anno. Ci sto lavorando, al momento, e sta andando davvero bene – ha dichiarato il grafico del gruppo Jamie Hewlett –. Sono molto eccitato al proposito: non voglio svelare troppo, ma sono in una fase di sperimentazione. Quello che cerco di non fare quando lavoro in periodi creativi, quando inizio a dare forma al casino, è andare alle mostre di altri per guardare il lavoro di altri. Chiudo gli occhi, e non voglio sapere cosa stiano facendo gli altri. Farlo può in un certo senso rovinare il mio processo creativo: è successo in passato, e non voglio che succeda di nuovo”.

Le registrazioni cominceranno nei prossimi giorni. “Ultimamente sono stato veramente impegnato e non avevo proprio tempo – ha commentato Demon Alarn – Non vedo l’ora tornare alla piacevole routine casa-studio cinque giorni la settimana”. I Gorillaz hanno raggiunto la fama mondiale nel 2001 con il singolo Clint Eastwood, che ha venduto più di 6 milioni di copie e li ha portati nel Guinnes dei primati come gruppo “virtuale” di maggior successo. La band infatti, è costituita ufficialmente da quattro personaggi animati dal fumettista Jamie Hewlett: 2D, Murdoc, Noodle e Russel.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.