Mattarella: “Sostenere la ricerca, vincerà sulla pandemia”

Al Quirinale la cerimonia di celebrazione de “I Giorni della Ricerca”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:08
Mattarella

Al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è svolta la cerimonia di celebrazione de “I Giorni della Ricerca”. Un’iniziativa promossa dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. “Questo appuntamento ci conferma quanto importante sia la consapevolezza che nessuno di noi è estraneo al dovere di sostenere e di incoraggiare la ricerca per poterne poi condividere i risultati. La ricerca vincerà sulla pandemia da Covid – ha dichiarato il Presidente della Repubblica -. “Il Covid sarà sconfitto dalla ricerca di terapie sempre più efficaci, del vaccino. Dovremo ovviamente aiutarla ed aiutarci con l’efficienza della organizzazione sanitaria, la prevenzione e la precauzione, la solidarietà verso chi ha bisogno di cure“.

Mattarella: “Il nemico invisibile”

“Non dimentichiamo che il nemico di tutti è il virus – ha sottolineato Mattarella -. Fondamentale è che il vaccino sia a disposizione di tutti senza discriminazione alcuna. Deve essere globalmente accessibile. É la nostra convinzione che proviene dalla nostra cultura e civiltà”.

Mattarella, investire di più in ricerca e strutture

“Per la ricerca scontiamo ritardi e carenze che hanno fatto andare all’estero tanti ricercatori italiani. Ma abbiamo tante forze umane. Nell’oncologia l’Italia è eccellenza mondiale. Dobbiamo investire ancor di più in ricerca per ampliare le strutture. La ricerca vincerà sulla pandemia”. Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Altre patologie non sono in lockdown

Il cancro – sostiene Mattarella – continua a manifestarsi con il ritmo di prima, troppi screening e troppe cure vengono rinviate a causa della pandemia, si rischiano ritardi irrecuperabili nelle diagnosi e pericolose interruzioni di terapie che non consentono pause o sospensioni”.

La ricerca dell’antidoto al tunnel delle fake news

“La voce della ricerca, i dati che ci fornisce, il rigore e la trasparenza sono antidoto alle derive” che conducono nel “tunnel delle false notizie” ribadisce il presidente della Repubblica, parlando di “troppe dicerie, della perversa volontà di ingannare il popolo con false notizie”.

La ricerca vincerà su pandemia

“Mentre in tutto il mondo le società sono impegnate in una battaglia difficile contro un virus temibile – sostiene il presidente della Repubblica – e in parte ancora scarsamente sconosciuto provoca sofferenze e morti, frena attività sociali e economiche e impone di evitare relazioni interpersonali. Abbiamo ugualmente confermato questo appuntamento perchè oggi ci mostra quanto grande sia il valore della ricerca, quanto importante per la nostra vita e per il futuro del nostro Paese e della nostra civiltà, quanto importante sia la consapevolezza che nessuno di noi è estraneo al dovere di sostenere ed incoraggiare la ricerca per poterne poi condividere i risultati”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.