Seconda prova Maturità: Tacito e Plutarco al Classico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40

Secondo giorno di prova scritta per i 520 mila studenti che affrontano i nuovi esami di Maturità. Puntuale alle 8:30 il Miur ha pubblicato la chiave del plico telematico, numero che serve ai referenti scolastici per scaricare le tracce della seconda prova 2019, per poi stamparle e consegnarle agli studenti che potranno quindi iniziare il secondo scritto ministeriale dell'esame di Stato 2019. Al Liceo Classico è uscito Tacito “Fine di Galba”. Tratto dal primo libro delle Historiae, l'imperatore romano Galba regnò dopo Nerone e fu assassinato dopo soli 7 mesi di governo. La stessa vicenda è narrata da Plutarco in Vite Parallele, oggetto della versione di greco che il Miur ha consegnato con traduzione a fronte: gli studenti dovranno poi rispondere alle domande sul confronto tra Tacito e Plutarco. 

Le altre tracce

Allo scientifico studio di funzione per matematica e un problema sul condensatore – un componente circuitale reattivo che mantiene una tensione o differenza di potenziale costante, mentre non fa passare la corrente – per fisica. Test di Scienze umane e Diritto ed Economia politica per i ragazzi del Liceo delle Scienze umane – opzione economico sociale. Discipline turistiche e aziendali e Inglese per l'Istituto tecnico per il turismo. Informatica e Sistemi e reti per l'Istituto tecnico indirizzo informatica. Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l'Istituto professionale per i servizi di enogastronomia. Scienze umane: nuove emergenze educative (Chi era Don Milani e cos'è l'emergenza educativa) la traccia parte dai testi tratti da: “Lettera a una professoressa” (Scuola Barbiana) “Storia della scuola” (Saverio Santamaita). Artistico: Dall'autoritratto al selfie. Liceo Linguistico: cinese e spagnolo.

Il punteggio

Per tutti la seconda prova, così come la prima, vale 20 punti. Abolito il quizzone, si passerà direttamente all'orale la cui data di inizio (e fine) è diversa per ogni istituto, in quanto decisa dalla singola commissione d'esame. Il presidente chiederà di pescare tra tre buste ognuna delle quali contiene diverso materiale di spunto. Anche in questo caso i professori potranno assegnare fino a un massimo di 20 punti che vanno ad aggiungersi ai punti degli scritti (max 40) e al credito scolastico (max 40 punti). Tra le altre novità: è nelle facoltà della commissione integrare il punteggio con un bonus finale (fino a 5 punti). 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.