Hong Kong: manifestanti assaltano il palazzo del Consiglio legislativo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:34

La tensione a Hong Kong rimane alta e questa mattina un gruppo di manifestanti mascherati ha preso di mira il palazzo del Consiglio legislativo dell’ex colonia britannica. La polizia ha arrestato 4 giovani con età compresa tra i 18 e i 24 anni e, secondo i testimoni, gli agenti avrebbero usato manganelli e spray al pepe per disperdere i manifestanti. Questo attacco è avvenuto il giorno dopo lo smantellamento di alcune delle barricate innalzate dai manifestanti pro-democrazia nel quartiere Admiralty, nel centro della città, ordinato dal tribunale.

La polizia ha dichiarato che “verso l’una di notte alcuni dimostranti hanno tentato di forzare il complesso LegCo causando danni a varie parti dell’edificio”. Ovviamente questo ha causato la sospensione della sessione parlamentare prevista per oggi. Un sondaggio ha rivelato che il 67% dei residenti di Hong Kong vuole la fine delle proteste, Chan Kin-man, uno dei due fondatori del movimento Occupy Central, ha fatto sapere che “se il sostegno pubblico è in calo, l’occupazione delle strade non può essere il modo migliore di procedere”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.