Attentato sventato a Kharkiv, si scalda il clima pre-elezioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:12

Si riscalda l’atmosfera in vista delle elezioni presidenziali in Ucraina con l’attentato sventato poche ore fa a Kharkiv, città orientale non molto distante dal fronte del Donbass, ancora attivo dal punto di vista degli scontri. L’Sbu, il servizio di sicurezza nazionale, è riuscito ad intercettare un giovane intento ad installare un potente ordigno ad innesco remoto equivalente a 600 grammi di tritolo all’interno della stazione della metropolitana “Industrial’naja”. Il giovane arrestato avrebbe aggiunto all’esplosivo chiodi e bulloni per renderne ancora più devastanti gli effetti. Secondo l’Sbu il gesto era volto a causare numerose vittime umane e a destabilizzare la situazione sociale ucraina alle porte delle prossime elezioni presidenziali del 31 marzo.

Situazione tesa

Stando sempre a quanto dichiarato dai servizi ucraini, l’attentatore sarebbe stato contattato dai servizi speciali russi, che avrebbero preparato l’attentato con il mero scopo di destabilizzare l’ambiente. L’Fsb avrebbe preparato l’attacco e dato 15 mila dollari agli esecutori. La notizia della presunta colpevolezza dei russi ha già invaso tutti i siti di informazione ucraini. Anche il Presidente Porošenko ha commentato la notizia tramite il suo profilo Twitter tessendo le lodi dell’attività svolta dai servizi di Kiev, i quali hanno sventato circa 230 attentati terroristici negli ultimi 5 anni di conflitto armato, arrestando circa 150 membri delle “organizzazioni terroristiche” delle Repubbliche autoproclamate di Doneck e Lugansk. La regione, non nuova a circostanze di questo tipo, si prepara al peggio ad affrontare quelle che si prospettano essere le più burrascose ed imprevedibili della giovane storia dell’Ucraina.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.