Abbattuto jet russo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:15

Un aereo militare russo con 14 persone a bordo che stava sorvolando il Mediterraneo sarebbe stato abbattuto per sbaglio dalla contraerea degli alleati siriani impegnata a difendersi da un attacco israeliano sulla regione costiera di Latakia. Ironia della sorte, spiega la Cnn, per colpire l'Ilyushin-20 sarebbero stati usati missili venduti proprio da Mosca al regime di Damasco. 

L'attacco

Nella notte l'artiglieria siriana ha risposto a un attacco su Latakia, attribuito dai russi a quattro F-16 israeliani. L'agenzia governativa Sana ha confermato che la contraerea è entrata in azione e ha intercettato diversi missili. Il raid aereo ha preso di mira un deposito di munizioni e un sito industriale e ha fatto due morti e almeno 10 feriti, tra cui sette militari siriani, secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani. Israele, come sempre, non ha confermato né smentito l'attacco.

Scomparso

L'aereo russo è scomparso dai radar alle 23 ora locale (le 21 in Italia) mentre stava sorvolando il Mediterraneo a 35 chilometri dalla costa siriana, di ritorno alla base aerea russa di Hmeimim, in Siria. Oltre all'attacco israeliano, i radar russi avrebbero anche registrato “lanci di missili dalla fregata francese Auvergne, che era in quella zona”, ha fatto sapere il ministero della Difesa di Mosca. Un portavoce francese ha negato qualsiasi coinvolgimento delle forze di Parigi nell'incidente. Un portavoce del Pentagono si è limitato a riferire che “i missili non sono stati lanciati dalle forze Usa”: “Non abbiamo nulla da aggiungere al momento”.

Soccorsi

Mosca ha lanciato un'operazione di ricerca e salvataggio in mare con i militari di stanza nella base di Hmeimim, da cui partono gran parte degli attacchi aerei contro i ribelli siriani e che si trova vicino a Latakia.
La notizia della scomparsa dell'aereo russo arriva poche ore dopo l'annuncio di un accordo tra Russia e Turchia per creare una zona cuscinetto smilitarizzata larga 15-25 chilometri nella provincia di Idlib, nel nord della Siria, a partire dal 15 ottobre

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.