Covid-19, la Protezione Civile: “Oggi 47 vittime. Salgono i contagi: il 62,5% in Lombardia”

Dopo l'aumento di ieri, tornano a scendere i ricoveri in terapia intensiva: oggi sono 161 i pazienti ricoverati nei reparti di rianimazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27
ministero
coronavirus

Torna a scendere l’incremento giornaliero delle vittime per il coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono decedute 47 persone, in calo rispetto alle 66 di ieri. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 18 mentre ieri erano state 36. Il numero totale delle vittime in Italia sale dunque a 34.561. E’ quanto emerge dal bollettino della Protezione Civile che continua il lavoro di monitoraggio dell’emergenza sanitaria sul territorio nazionale.

I dati

Sono 238.011 i contagiati da coronavirus in Italia, un numero in calo rispetto a ieri – quando erano 238.159 – per un calcolo della Regione Sicilia che ha sottratto 397 casi. L’incremento giornaliero è dunque di 251 nuovi contagi, 157 dei quali in Lombardia, pari al 62,5%. Sono cinque le regioni che non hanno registrato nuovi contagi: Marche, Campania, Valle D’Aosta, Calabria e Basilicata. Sono saliti a 181.907 i guariti e i dimessi per il coronavirus, con un incremento rispetto a ieri di 1.363. Giovedì l’aumento era stato di 1.089.

Le terapie intensive

Dopo l’aumento di ieri, tornano a scendere i ricoveri in terapia intensiva: oggi sono 161 i pazienti ricoverati nei reparti di rianimazione, 7 meno di ieri quando erano 168. In Lombardia sono 60, lo stesso numero di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 2.362, con un calo di 235 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare scendono sotto i ventimila: sono 18.750, con un calo di 1.316 rispetto a ieri. Sono 21.543 i malati di coronavirus in Italia, 1.558 meno di ieri, quando il calo degli attualmente positivi era stato di 824.

Il dettaglio delle Regioni

Nel dettaglio – secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile – gli attualmente positivi sono 14.045 in Lombardia (-602), 2.178 in Piemonte (-112), 1.219 in Emilia-Romagna (-62), 582 in Veneto (-25), 423 in Toscana (-15), 249 in Liguria (+3), 988 nel Lazio (-9), 560 nelle Marche (-17), 125 in Campania (-117), 255 in Puglia (-51), 56 nella Provincia autonoma di Trento (-3), 150 in Sicilia (-487), 85 in Friuli Venezia Giulia (-12), 407 in Abruzzo (-27), 75 nella Provincia autonoma di Bolzano (-10), 17 in Umbria (+1), 30 in Sardegna (-1), 4 in Valle d’Aosta (-2), 34 in Calabria (-1), 53 in Molise (-7), 8 in Basilicata (-2). Quanto alle vittime, sono in Lombardia 16.534 (+18), Piemonte 4.039 (+7), Emilia-Romagna 4.224 (+5), Veneto 1.998 (+4), Toscana 1.095 (+2), Liguria 1.540 (+4), Lazio 826 (+4), Marche 994 (+0), Campania 431 (+0), Puglia 538 (+0), Provincia autonoma di Trento 466 (+1), Sicilia 280 (+0), Friuli Venezia Giulia 343 (+0), Abruzzo 459 (+1), Provincia autonoma di Bolzano 292 (+0), Umbria 77 (+0), Sardegna 132 (+0), Valle d’Aosta 146 (+1), Calabria 97 (+0), Molise 23 (+0), Basilicata 27 (+0). I tamponi per il coronavirus sono finora 4.889.103, in aumento di 57.541 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.987.294.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.