1616 contagi In Italia. 34.743 persone in isolamento domiciliare e 175 in terapia intensiva.

Dal bollettino su Berlusconi emerge un quadro clinico confortante.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:48
Fonte: Ministero della Salute

Aumenta ancora il numero dei contagi oggi: 1616. Gli attualmente positivi sono 36.767. 10 i morti registrati per un totale di 35.597. I casi totali sono 284.796. I guariti 212.432. 175 sono i ricoverati in terapia intensiva (+ 11).  Le persone in isolamento domiciliare sono 34.743. I pazienti ricoverati con sintomi ammontano a 1.849. Il totale dei casi testati è pari a 5.818.910. I tamponi effettuati oggi sono 98.880, per un totale di 9.653.269.

La situazione regionale

257 è il numero dei positivi in Lombardia. In Campania sono 140 mentre 148 nel Lazio. Il Veneto registra 173 casi, l’Emilia-Romagna 152. La Valle d’Aosta ha 3 positivi al coronavirus.

Zangrillo: se il coronavirus avesse colpito Silvio Berlusconi a marzo o aprile, lo avrebbe ucciso.

Il Professor Zangrillo, medico di fiducia di Berlusconi, nonché  Primario di Terapia intensiva all’ Ospedale San Raffaele, dove  è tuttora ricoverato, ha spiegato: «La carica virale del tampone nasofaringeo di Berlusconi era talmente elevata che a marzo-aprile, sicuramente non avrebbe avuto l’ esito che fortunatamente ha ora». Alla domanda del conduttore Piazzapulita, il programma di La7 di cui era ospite: “Lo avrebbe ucciso?”  il professore ha risposto: “Assolutamente sì, molto probabilmente sì, e lui lo sa. E non è una boutade tanto per esagerare visto il personaggio di cui stiamo parlando”.

Dal Bollettino sulle condizioni di salute di Berlusconi, firmato dal Prof. Zangrillo , è emerso che: «Oggi, venerdì 11 settembre 2020, la permanenza in ospedale del presidente Berlusconi prosegue ed è caratterizzata da un quadro clinico generale confortante».

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.