Ocse: crescita record del tasso di occupazione in Italia

La disoccupazione giovanile si attesta attorno al 10,9%

minerali
Foto di sol su Unsplash

I dati resi pubblici dall’Ocse, in merito ai tassi di occupazione e attività, hanno evidenziato che, nel quarto trimestre del 2023, sono rimasti stabili. In riguardo all’Italia invece, è stata rilevato un tasso di crescita record.

Il dato

Il tasso di occupazione e il tasso di attività nella zona Ocse sono rimasti entrambi stabili, rispettivamente al 70,1% e al 73,8%, nel quarto trimestre 2023. Secondo l’organismo internazionale con sede a Parigi, si tratta dei livelli “più elevati” mai registrati dall’inizio di entrambe le serie, avviate rispettivamente nel 2005 e nel 2008. Record positivi per i due indicatori vengono segnalati in 10 dei 38 Paesi membri dell’Ocse, tra cui l’Italia.

 Il record italiano

Nel nostro Paese, il tasso di occupazione è cresciuto al 62,1% nel quarto trimestre 2023 e il tasso di attività al 67,1%, raggiungendo livelli record, sostiene l’Ocse. Nel comunicato si aggiunge tuttavia che il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) dell’Ocse è cresciuto complessivamente al 10,9% a febbraio 2024. Un “pronunciato aumento” di 0,5 punti percentuali, con una “marcata progressione” anche in Italia (22,8% a febbraio contro 22,1% a gennaio), sottolinea l’organizzazione.

Fonte: Ansa