La lezione di Teresa per tutti i giovani

Una storia che è anche una lezione di vita: vivere con pienezza, ogni giorno, senza sprecare il nostro tempo nelle futilità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:00
Vita

Stando sui social mi sono imbattuta in un post del cantante Jovanotti, nel quale raccontava che Teresa, la figlia 22enne, è riuscita a sconfiggere il linfoma di Hodgkin, malattia contro la quale ha combattuto negli ultimi mesi. Il cantante ha riportato il post in cui la ragazza ha raccontato la sua esperienza: per gli ultimi sette mesi infatti, Teresa ha deciso di tenere segreta la sua malattia. Il 3 luglio 2020 le è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico.

Solo negli ultimi mesi ha fatto 6 cicli di chemioterapia seguita da meravigliosi dottori ed infermieri dell’Istituto Europeo di Oncologia a Milano. La chemio non le ha fatto cadere i capelli del tutto, ma il 9 dicembre dopo l’ultimo trattamento ha deciso di rasarsi come segno di un nuovo inizio.

Vivere con pienezza, la lezione di Teresa

Dopo mesi di ansie e paure, solo al termine della sua malattia ha deciso di raccontare la sua storia, spiegando soprattutto quanto il supporto delle persone che le stavano vicino è stato fondamentale per superarla e che senza di loro non ce l’avrei fatta. Del suo post, oltre alla storia raccontata, mi ha molto colpita l’ultima parte della didascalia, ovvero: “La paura non è andata via, e ci vorrà del tempo perché possa fidarmi di nuovo del mio corpo, ma non vedo l’ora di ricominciare a vivere”. Questo mi ha fatto capire quanto sia importante vivere la vita con pienezza, vivendo ogni giorno ed ogni minuto, e soprattutto non dare mai per scontato ciò che si ha.

“Afferra il giorno”

Noi giovani spesso ci lamentiamo di quello che pensiamo di non avere invece di gustarci ciò che abbiamo. In fondo il segreto sta tutto nel riuscire a cambiare prospettiva delle cose e nel vederle in un’ottica differente. Io con l’anno nuovo ho capito quanto sia importante dare valore alle piccole cose e mi ritrovo molto nella celebre frase latina “carpe diem” nel suo significato reale. Tutti traducono la frase con “cogli l’attimo”. In realtà la traduzione del motto oraziano è “afferra il giorno” che per me è un invito a diventare padroni del proprio tempo, senza perderlo in cose inutili.

Siamo sempre troppo occupati a fare altre cose, spesso accantonando i nostri sogni e ignorando le persone a noi care. Bisogna sempre seguire i propri sogni e non perdere tempo in cose inutili e sprecarlo per giocare alla playstation o a stare sui social. La vita reale è un’altra e ci appartiene, non dimentichiamocelo mai.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.