Trekking nel Chianti assieme ai rifugiati siriani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

E'tutto pronto per annuale camminata lungo il “Sentiero Oxfam”, arrivata alla sua quarta edizione, in programma il prossimo 10 novembre. Si tratta di un antichissimo percorso attraverso un sentiero di 6,5 chilometri, lungo l’antica via che attraversa i monti del Chianti da fare assieme ai rifugiati siriani accolti da Oxfam in Toscana. L’evento vuole essere una riflessione sul dramma dell’esodo che coinvolge oltre 70 milioni di persone nel mondo e oltre 5,6 milioni di siriani costretti ad abbandonare il proprio Paese, per sfuggire ad un conflitto atroce che dura ormai da oltre 8 anni.

Condivisione

“Siamo felici di poter partecipare per il quarto anno consecutivo a questo progetto che si svolge nel cuore della regione che ci vede impegnati ogni giorno nell’accoglienza dei migranti. Vogliamo ringraziare il Comune di Gaiole in Chianti e le Pro loco di Gaiole e Nusenna che rendono possibile questo momento di incontro e di condivisione – afferma Maria Grazia Krawczyk, responsabile Accoglienza corridoi umanitari per Oxfam, su Sir –. Ora più che mai vogliamo offrire accoglienza ed esprimere solidarietà nei confronti di rifugiati che ogni giorno fuggono dalla guerra per trovare asilo in Europa. Attraverso questa iniziativa vogliamo proporre ai cittadini di camminare insieme a loro, per conoscersi e far conoscere l’ospitalità di questa terra”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.