Sabato l'inaugurazione della Fondazione don Oreste Benzi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:55

E' fissato per sabato 22 dicembre, al Palacongressi di Rimini, l'evento inaugurale della Fondazione don Oreste Benzi. Dopo la proiezione del filmato sulla vita del prete dalla “tonaca lisa”, Paolo Ramonda, già responsabile dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII e presidente della Fondazione, farà il suo intervento. Successivamente verrà presentato il sito (www.fondazionedonorestebenzi.org) e il “Premio Internazionale“. 

Gli obiettivi della Fondazione

Promuovere, approfondire e favorire lo studio del pensiero, della testimonianza di vita e delle opere promosse e attuate da don Oreste Benzi”, è questo uno degli obiettivi – come si legge sul sito stesso – che la Fondazione si prefigge di raggiungere, oltre a promuovere “studi e ricerche, luoghi permanenti di analisi e confronto, sui bisogni dell'uomo sofferente, emarginato, svantaggiato”. 

Il premio internazionale

Inoltre, la Fondazione ha istituito un premio internazionale “Don Oreste Benzi. Dalla parte degli ultimi” che ogni anno verrà attribuito ad una personalità, ad un'associazione o ad un Ente che, senza distinzione di sesso, nazionalità, religione o appartenenza a forze politiche, “si sia particolarmente distinto nell'ambito di vita o settore dove si trovi ad operare, a favore delle persone che la nostra società malata ancora emargina, sfrutta o ritiene un inutile 'scarto'”.

La via dedicata al prete della “tonaca lisa”

Al termine dell'evento inaugurale della Fondazione, che sarà moderato da Paola severini Melograni, dinanzi al Palacongressi di Rimini – che nel 2007 ha ospitato le esequie funebri di don Oreste e che per molti anni è stato il luogo dove l'Apg23 si riuniva in occasione dell'assemblea generale internazionale – verrà inaugurata la via don Oreste Benzi. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.