Il progresso medico che salva la vita, ecco la storia di Lucia

Una dimostrazione dello sviluppo degli studi medico-scientifici e di quanto sia importante affidarci ad essi per la cura della nostra salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

La fine di quest’anno 2021 non ci porta soltanto le allarmanti notizie della diffusione della pandemia. C’è infatti una bella notizia che giunge dall’ospedale Santa Croce di Cuneo: una donna di 33 anni, incinta del secondo figlio, ha portato alla luce il bambino con un duplice intervento chirurgico andato a buon fine.

Lucia, questo è il nome della donna, aveva una malformazione arterovenosa profonda a livello cerebrale. Stava spacchettando i regali di Natale con la figlia quando si è sentita male fino al punto di doversi recare al pronto soccorso con una grave emorragia cerebrale. A quel punto i medici hanno dovuto operare contemporaneamente su due piani: salvare la vita di Lucia con una delicatissima operazione chirurgica di resezione della malformazione e tutelare al massimo il feto sviluppato alla diciassettesima settimana soprattutto per salvarlo da eventuali radiazioni nocive.

Il doppio intervento è riuscito alla perfezione e la donna è stata dimessa potendo continuare regolarmente la sua gravidanza. Questa è certamente una importante dimostrazione di quanto gli studi medico-scientifici siano ormai sviluppati e di quanto sia importante affidarci ad essi per la cura della nostra salute. Ed è stato anche un doppio regalo di Natale per Lucia che adesso può guardare con fiducia al nuovo anno.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.