Progetto Tiger. Riqualificare gli alloggi popolari per combattere la povertà energetica

Esperienze innovative di efficientamento energetico degli edifici e contratti di prestazione per una riduzione di oltre il 30% dei consumi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
progetto

Un progetto per riqualificare gli alloggi popolari. E contrastare così l’impoverimento energetico provocato dalla pandemia. Sono molte le novità emerse a “Urbanpromo“. Rassegna rassegna nazionale organizzata a Milano. “Un Progetto per il Paese” si pone l’obiettivo di accendere i riflettori su una realtà poco conosciuta. Ma dal rilevante impatto sociale. Quella dei processi di riqualificazione degli alloggi popolari. Di periferie. Di zone urbane prive di una propria identità.progetto

Pnrr

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) assegna oltre 15 miliardi all’efficienza energetica. E alla riqualificazione degli edifici. Sulle rinnovabili Edison ha puntato 3 miliardi di investimenti. “L’Italia si è posta obiettivi ambiziosi. Ma gli operatori fanno fatica a raggiungere le autorizzazioni per via della lentezza burocratica- sottolinea Giovanni Brianza. L’executive vice president Strategy & Innovation di Edison aggiunge: “L’altro tema che ci sta a cuore è quello delle regole necessarie allo sviluppo di progetti per l’idrogeno verde”. La transizione ecologica come traino per uscire dalla crisi Covid.

0,5% del territorio

A Catania Enel sta realizzando uno degli impianti più innovativi al mondo. Per la produzione di pannelli solari. “Il fotovoltaico è quello che crescerà di più tra le rinnovabili- sostiene Salvatore Bernabei. Amministratore di Enel Green Power. Direttore Global Power Generation. Puntualizza Bernabei: “Non c’è dicotomia con l’agricoltura. Se anche volessimo realizzare tutto il piano nazionale delle rinnovabili con il fotovoltaico, occuperemmo al massimo lo 0,5% del territorio italiano. I campi coltivabili non ne risentirebbero. In Sicilia oggi abbiamo la leadership tecnologica. Ma non abbiamo ancora l’economia di scala necessaria. Ci stiamo lavorando”.progetto

Disagio abitativo

La Regione Abruzzo è stata invitata a presentare le sue progettualità. Attraverso il Dipartimento Territorio e Ambiente coordinato dal direttore Pierpaolo Pescara. Con focus specifici sui “Pinqua“. Recentemente finanziati. I Pinqua prevedono interventi di rigenerazione urbana. Per ridurre il disagio abitativo. Con particolare riferimento alle periferie. A ciò si aggiunge il progetto Tiger. Esperienze innovative di efficientamento energetico degli edifici. E modelli di finanziamento. Mediante contratti di prestazione energetica.progetto

Obiettivi del progetto

Il progetto Tiger, infatti, avvia un complesso programma di interventi. Per la riqualificazione energetica di oltre 1.500 alloggi di edilizia residenziale pubblica. In 126 edifici di 58 comuni dell’Abruzzo. Il progetto è coordinato dalla Regione Abruzzo. In collaborazione con le cinque Ater regionali. Due agenzie energetiche (Agena e Aess). E Aisfor. In questo modo si intende ridurre di oltre il 30% i consumi energetici. E di 1.760 tonnellate all’anno di anidride carbonica. Contribuire a contrastare la povertà energetica. Giornata risparmio energetico

Audit energetico

Nell’arco di 36 mesi si svolgeranno le attività preparatorie. Per l’assegnazione della gara d’appalto. Dal valore di circa 16 milioni di euro. Tra cui l’audit energetico per conoscere le caratteristiche tecniche degli edifici. La nomina di un esperto legale. La definizione degli aspetti legali della gara. La costruzione di un piano finanziario. Integrando risorse regionali e nazionali con contratti di prestazione energetica (Epc). Infine la pubblicazione e la valutazione della gara d’appalto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.