Comunità di sant’Egidio: un Natale diverso ma con gli amici di sempre

Al via la campagna "Regala un Natale ai più fragili" per raccogliere i fondi necessari a garantire pasti e regali alle persone in difficoltà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:02
"Regala un Natale ai più fragili", l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

Le festività natalizie che ci apprestiamo a vivere saranno diverse in quanto l’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del virus Covid-19 sta colpendo molto duramente il tessuto umano, sociale ed economico causando innumerevoli sofferenze correlate ad un calo dei consumi di oltre il 20% rispetto al 2019.

Tanto premesso, in questo periodo storico connotato da profonda sofferenza, sarà fondamentale ed imprescindibile far emergere i valori fondamentali fulcro del Santo Natale, quali ad esempio solidarietà e fratellanza.

Un Natale diverso con la Comunità di Sant’Egidio

Alla luce di quanto precedentemente esemplificato assume particolare importanza la campagna “Sarà un Natale diverso, ma con gli amici di sempre – Regala un Natale ai più fragili” posta in essere dalla Comunità di Sant’Egidio con la quale si raccoglieranno i fondi necessari per garantire pasti e regali alle persone in difficoltà e, contestualmente a ciò, verrà presentata la nuova edizione dell’opera dal titolo “Dove mangiare, dormire, lavarsi dedicata” alla memoria di Modesta Valenti, una senza fissa dimora morta nel 1983 dopo che il personale di un’ambulanza si rifiutò di curarla perché la considerava sporca.

Nel libro sono segnalati gli indirizzi delle strutture di assistenza a cui si può rivolgere chi vive in strada come ad esempio mense, centri di distribuzione di pasti, centri di aiuto psicologico e dormitori.

In seconda istanza è utile ricordare che, dall’inizio del primo lockdown ad oggi, la Comunità di Sant’Egidio ha svolto una encomiabile opera di sostegno nei confronti delle persone in difficoltà aprendo più di 50 centri di distribuzione alimentare, donando 150 mila pacchi alimentari e distribuendo 6 mila pasti.

Un contributo per i poveri

Successivamente, è doveroso sottolineare che tutti, in base alle rispettive possibilità, possono dare un contributo a questa pregevole iniziativa inviando – fino al prossimo 28 dicembre – un Sms o chiamando al numero 45586 a cui si potranno donare importi variabili partendo dai 2 euro per gli SMS fino ai 5 e 10 per le chiamate da rete fissa.

In conclusione, è fondamentale che ognuno di noi agisca con empatia e altruismo al fine di aiutare le persone in difficoltà in questo periodo difficile affinché si possa vivere il Santo Natale rendendo il giusto tributo al bellissimo pensiero che Madre Teresa di Calcutta era solita ripetere: “Non tutti possiamo fare grandi cose ma tutti possiamo fare piccole cose con grande amore”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.