LUNEDÌ 15 OTTOBRE 2018, 18:00, IN TERRIS

IL CASO

Manifesti choc contro l'utero in affitto

Ritratto un bimbo piangente su un carrello spinto da due uomini. Appendino: "Continuerò le trascrizioni"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Manifesti contro l'utero in affitto
Manifesti contro l'utero in affitto
I

nizia oggi con un’immagine choc la campagna nazionale di Pro Vita e Generazione Famiglia (associazioni promotrici del Family Day) "per il diritto dei bambini a una mamma e un papà". Nei manifesti, affissi a Roma, Milano e Torino e accompagnati da camion vela, appaiono due giovani ragazzi raffigurati mentre spingono un carrello con dentro un bambino disperato, comprato dalla coppia, individuati come “genitore 1” e “genitore 2”, e a fianco la scritta: “Due uomini non fanno una madre. #StopUteroinAffitto”. La campagna è una risposta decisa a tutti quei giudici e sindaci che hanno disposto la trascrizione o l’iscrizione di atti di nascita di bambini come figli di “due madri” o “di due padri”. A novembre toccherà alla Cassazione pronunciarsi proprio su una trascrizione avvenuta a Trento in favore di una coppia di uomini che aveva fatto ricorso all’utero in affitto in Canada.

"La nostra iniziativa – ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita - intende sottolineare ciò che non si dice e non si fa vedere dell’utero in affitto, perché noi siamo dalla parte dei più deboli, i bambini, ma anche per la salute delle donne, trattate come schiave e ignare dei rischi a cui si espongono". "L’utero in affitto è vietato in Italia e i bambini non si comprano - ha continuato l’altro promotore del Family Day, Jacopo Coghe di Generazione Famiglia – perché sono soggetti di diritto e non oggetti. Con l’utero in affitto la dignità delle donne viene calpestata per accontentare l’egoismo dei ricchi committenti. Dall’immagine si vede bene cosa manca a questo bambino: la mamma". Generazione Famiglia ha già presentato a giugno scorso esposti alle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Milano, Torino, Firenze, Bologna, Pesaro contro le iscrizioni anagrafiche di bambini come figli di “due madri” e “due padri” compiute e politicamente rivendicate dai relativi Sindaci. Proprio uno di loro, Chiara Appendino, di Torino, ha risposto ai manifesti con un tweet: “Ma due persone che si amano fanno una #famiglia. Continuerò le trascrizioni e non smetterò di dare la possibilità a questo amore di realizzarsi. Un abbraccio @ManifPourTousIt”. Sempre su Twitter, Coghe ha risposto: "Caro sindaco Appendino, l'amore non giustifica la compravendita di bambini e lo sfruttamento delle donne. #Stoputeroinaffitto".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Jeremy Corbyn
LO SCONFITTO

Corbyn, la caduta del leader ombra

I laburisti colano a picco e puntano il dito contro il loro presidente, accusato di troppe incertezze sul fronte Brexit
Scritta contro la mafia a Capaci

Mafia e razzismo, voci dolenti della povertà morale

Mafia, razzismo e povertà sono le manifestazioni più tragiche ed inquietanti della società...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora
ROMA

Sotto l'albero un regalo alle mamme in difficoltà

Prende forma il progetto "Un dono per la Vita" di Provita, la Onlus guidata da Toni Brandi e dal vice Jacopo Coghe