SABATO 03 NOVEMBRE 2018, 00:02, IN TERRIS

Il potere di decidere chi debba vivere e chi no

STEFANO OJETTI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Medico
Medico
I

l punto di domanda è se sia opportuno richiedere una nuova legge, in presenza di una vigente e in corso di una sentenza. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi quando la Consulta, riunitasi per pronunciarsi sul caso giudiziario relativo alla richiesta di suicidio assistito del Dj Fabo, ha rimandato in un certo senso al Parlamento l’onere della decisione richiedendo una revisione del dispositivo dell’art. 580 del codice penale che, vale la pena di ricordare, così recita : "Chiunque determina altri al suicidio o rafforza l’altrui proposito al suicidio, ovvero ne agevola in qualsiasi modo l’esecuzione, è punito, se il suicidio avviene, con la reclusione da cinque a dodici anni". In questo caso tale decisione lascia quantomeno perplessi se si pensa alla chiarezza della legge e non se ne capisce il perché della sua inapplicabilità.

Le Camere sono tenute alla formulazione di leggi in assenza delle leggi stesse ma, nel caso in questione crediamo che, ove non venga adottata la norma giuridica vigente, la motivazione della sua inapplicabilità possa risiedere solo nel principio di incostituzionalità; anche se con ogni probabilità tale tesi sarebbe giuridicamente difficile da sostenere. E’ del tutto evidente altresì che facendo leva sul principio di incostituzionalità della legge, si andrebbe ad aprire indirettamente un varco all’eutanasia. In tal modo infatti si riproporrebbe legalizzandolo quello che già si è  verificato con la legge sulle disposizioni anticipate di trattamento (Dat), che al comma 6 dell’art. 1 afferma: “Il medico è tenuto a rispettare la volontà espressa dal paziente... e in conseguenza di ciò è esente da responsabilità civile o penale”. Ciò a conferma di quanto già preannunciato da San Giovanni Paolo II, che nell’Evangelium vitae affermava: “L’eutanasia raggiunge poi il colmo dell’arbitrio e dell’ingiustizia quando alcuni, medici o legislatori, si arrogano il potere di decidere chi debba vivere e chi debba morire….”.

Quando l’articolo 32 della Costituzione afferma però che “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo…” e prosegue: “La legge non può in nessun caso violare il rispetto della persona umana”, risulta difficile comprendere come l’art. 580 possa aver trovato una sua inapplicabilità. Se passasse infatti questo principio di richiesta di morte, tanto più con una legge dello Stato, il suicidio assistito oltre a rappresentare l’anticamera dell’eutanasia, inevitabilmente verrebbe a colpire i più vulnerabili: disabili, anziani soli, emarginati, malati terminali, disperati; costringerebbe inoltre i medici a non esser più datori di vita ma esecutori di morte. Se passasse infatti questo principio di richiesta di morte dovremmo paradossalmente girare lo sguardo ogni qual volta ci capitasse di vedere una persona volersi buttare da un ponte o chiunque, per depressione o per qualsivoglia motivo, avesse deciso di interrompere la propria esistenza. Questo non è per l’uomo ma contro l’uomo.

Stefano Ojetti - Vicepresidente nazionale Amci (Associazione Medici Cattolici Italiani)

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dispersione scolastica
RAPPORTO OXFAM

Cresce la dispersione scolastica

L'appello: "Il nuovo Governo investa nell’istruzione pubblica"
Italiani di seconda generazione
MIGRANTI

Istat: “I nuovi italiani sono oltre 1,3 milioni"

I bambini di seconda generazione costituiscono il 13% della popolazione minorenne
Il giornalista Angelo Paoluzi

È scomparso Angelo Paoluzi, firma del giornalismo italiano

Direttore di Avvenire, è noto il suo impegno per un'informazione cattolica
Migranti
MIGRANTI

Nuovi sbarchi a Lampedusa, hotspot in emergenza

Un centinaio di persone arriva direttamente in porto, il centro è sovraffollato. Altre 109 a bordo di Ocean Viking
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
GOVERNO CONTE BIS

Decreto legge ambiente: sconti per chi rottama auto fino Euro4

Misure contro il consumo di plastica e per una mobilità sostenibile. Dal 2020 taglio 10% dei sussidi dannosi
OCSE

Crollano le richieste d'asilo in Italia: -58% nel 2018

Il dato nel rapporto annuale dell'Ocse "Migration Outlook". Lo scorso anno accolte oltre il 30% delle domande
La stazione Centrale di Milano
MILANO

Aggredisce militare e grida "Allah Akbar": "Volevo essere ucciso"

Espulso dalla Germania, non risulterebbero legami con il terrorismo. L'uomo, irregolare in Italia, è yemenita
Poligono di tiro

Quattro milioni di italiani armati

Cresce del 4% all'anno il numero di cittadini che hanno in casa un fucile o una pistola, quasi sempre per uso sportivo. Porto...
Delfino
ANIMALI

Non solo l'uomo: la resistenza agli antibiotici colpisce anche i delfini

Uno studio mette in luce i trend in linea con quelli dell'uomo.
Pirateria online
REATI ONLINE

Operazione europea contro le tv pirata: "spenta" Xtream Codes

Arrestato a Salonicco il fondatore e gestore della piattaforma. Solo in Italia gli utenti erano 5 milioni
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella - Foto © Wiki
LAVORO

500 mila imprese: cantiere per la Roma del prossimo decennio

Giornata di dibattiti al Tempio di Adriano con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella sul futuro della capitale
Simboli religiosi
DIALOGO INTERRELIGIOSO

"Liberiamoci dai fardelli della diffidenza che sfociano nell’odio"

L’arcivescovo di Matera-Irsina nel suo saluto alla delegazione interreligiosa di ebrei e musulmani