Olimpiadi invernali, al via la fiaccola olimpica di Pechino 2022

Ridotta a una durata di soli tre giorni per le restrizioni anti-Covid, ha preso il via la staffetta della fiaccola olimpica di Pechino 2022

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:46

Ridotta a una durata di soli tre giorni per le restrizioni anti-Covid, ha preso il via la staffetta della fiaccola olimpica di Pechino 2022. Sono 1.200 i tedofori che si alterneranno nel tracciato che, rigorosamente definito all’interno del sistema delle bolle per azzerare i contatti con il mondo esterno, toccherà le aree di gara a Pechino e nella vicina città di Zhangjiakou, nel confinante Hebei, dove sono state realizzate le piste per lo sci di fondo e il salto con gli sci, prima di tornare nella Capitale per la cerimonia di apertura in programma venerdì.

Le olimpiadi di Beijing 2022 apriranno infatti ufficialmente venerdì 4 febbraio. Oggi, però, hanno preso il via già le prime gare: slittino e curling.

Covid: altri 32 casi a Pechino legati ai Giochi, 304 totali

Intanto, i casi di Covid-19 continuano ad aumentare proprio a ridosso dell’apertura delle Olimpiadi invernali: ieri ci sono stati altri 32 contagi, che hanno portato il totale delle infezioni accertate a 304 nel periodo 4 gennaio – 1 febbraio. Dagli aggiornamenti diffusi dal Comitato organizzatore, infatti, è emerso che 15 contagi sono stati rilevati ieri subito all’aeroporto di Pechino, mentre i residui 17 a seguito dei controlli effettuati all’interno dei sistema delle bolle. Fra le nuove infezioni, 9 fanno capo ad atleti e funzionari dei team dei vari Paesi partecipanti, mentre 23 a persone coinvolte nei Giochi a vario titolo.

Positivo Malagò, presidente CONI

Tra i nomi illustri, è risultato positivo anche Giovanni Malagò: “Questa mattina il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, è stato trovato positivo ad un test effettuato nel suo albergo”, ha annunciato il Coni dal suo sito ieri. Il Presidente Malagò, che è totalmente asintomatico, è stato isolato sotto osservazione medica in una struttura dedicata, dove già ci sono altri membri del Cio, in base alle regole previste dal Playbook del Cio al fine di proteggere gli altri partecipanti ai Giochi e la popolazione cinese. Malagò ha ricevuto la telefonata del Presidente del Cio, Thomas Bach, che si è detto dispiaciuto di questo inconveniente e gli ha augurato una pronta guarigione”.

Gli auguri di Papa Francesco

E oggi, durante l’udienza generale del mercoledì, Papa Francesco ha rivolto i suoi auguri agli atleti che si apprestano ad affrontare le Olimpiadi invernali di Pechino. “Rivolgo di cuore il mio saluto a tutti i partecipanti, auguro agli organizzatori il miglior successo e agli atleti di dare il meglio di sé. Lo sport con il suo linguaggio universale può costruire ponti di amicizia e solidarietà tra persone e popoli di diverse culture e religioni”, ha detto all’udienza generale augurando a tutti “di vivere una esperienza unica di fratellanza umana e di pace. Beati agli operatori di pace”. Il Pontefice ha poi citato in particolare gli atleti paralimpici e i rifugiati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.