LUNEDÌ 05 FEBBRAIO 2018, 21:58, IN TERRIS


BORSE

Wall Street a picco: il Dow Jones a - 4,62%

Caduta vertiginosa dell'indice di New York che ha perso 1500 punti. Male anche Nasdaq (- 3,78%)

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
New York, Wall Street
New York, Wall Street
C

ontinua a scendere l'indice Dow Jones, arrivando all'inquietante step di oltre 6 punti percentuali (1500 punti). Un trend negativo segnalato già sul finire della scorsa settimana, quando tutti i titoli industriali risultavano in perdita nonostante un periodo di relativa euforia di mercato, segnando la maggior caduta giornaliera dal inizio novembre 2016. Gli indici di Wall Street hanno segnato segni negativi del 4,62% a 24.345,23 punti per Dow Jones, con il Nasdaq che cede il 3,78% a 6.967,53 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 4,11% a 2.648,54 punti, il calo peggiore dal 2011. Quello registrato oggi è, in termini di punti, l'intraday con il calo maggiore nella storia del listino anche se, al momento, il livello dell'inflazione resta a quote basse. Sale, però, l'indice dei salari: "Siamo sempre preoccupati quando il mercato perde valore - hanno spiegato dalla Casa Bianca -, ma abbiamo fiducia perché i fondamentali dell’economia sono buoni".


Draghi: "Zona euro in espansione robusta"

Sulla situazione dell'Ue, in seguito al calo di Wall Street, si è espresso anche il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, parlando al Parlamento dell'Unione europea e spiegando che "l’economia della zona euro si espande in modo robusto, con tassi di crescita più forti delle attese e significativamente sopra il potenziale". Secondo Draghi, in base ai dati preliminari, il Pil dell’eurozona è cresciuto del 2,5% nel 2017, rispetto all’1,7% previsto dalle previsioni di dicembre 2016, specificando che "l’occupazione ha raggiunto i suoi livelli più alti dall’introduzione dell’euro".


Indice negativo in Europa

Anche le Borse europee hanno risentito del lunedì nero segnando, al pari di Wall Street, un trend negativo e inaugurando la settimana con vendite generalizzate: a Piazza Affari, la situazione si è attestata anch'essa sul rosso, segnando un calo dell'1,64% nel FTSE MIB che porta al 4,5%. Scendono anche Madrid e Parigi  (-1,5%) e -0,8% di storno a Francoforte. Giù anche Leonardo-Finmeccanica (-4,5%) e Fiat Chrysler Automobiles (-3,6%). Segnali di un lunedì negativo erano stati registrati già sulle borse di Tokyo (dove l'indice Nikkei ha perso il 2,55%, 592,45 punti fissandosi a quota 22.628,06); Topix, sotto del 2,17%. Anche Londra ha ceduto l'1,46%.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un aereo Alitalia
TRASPORTI

Alitalia, Fs sceglie Atlantia

Erano quattro le offerte sul tavolo. Fuori la Toto, c'è l'Spa con Mef e Delta
NERA

Lancia la figlia di 16 mesi dal balcone, poi tenta suicidio

Ancora poco chiaro il movente che ha spinto l'uomo al tragico gesto
Giornalismo
IL CASO

Caso Mihajlovic-Zazzaroni. Il confine scivoloso fra professione e amicizia

La difficile battaglia del mister, le scuse del giornalista: i complessi corollari di un dramma che diventa polemica
La sindaca Chiara Appendino
PIEMONTE

Torino, Appendino "licenzia" il vice sindaco

Per Guido Montanari fatali i contrasti sul Salone dell'Auto
Il Presidente Sergio Mattarella tra gli scuot
QUIRINALE

Mattarella: "Sottolineate la bellezza della condizione umana"

Il capo dello Stato agli scout: "Vivere insieme serenamente fa vivere meglio tutti"
MOBILE

Huawei investe in Italia: "Tre miliardi in tre anni"

Il colosso cinese pronto al piano europeo. Miao (Ceo Italia): "Previsti oltre 1000 posti di lavoro diretto"