MERCOLEDÌ 01 MAGGIO 2019, 18:44, IN TERRIS


VENEZUELA

Mosca avverte Washington: "Non interferite"

Il ministro degli Esteri, Lavrov, paventa "gravi conseguenze" in caso di ulteriori interferenze. Maduro: "Golpe fallito"

MATTIA DAMIANI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Manifestanti in Venezuela
Manifestanti in Venezuela
I

l colpo di stato è fallito: non ha dubbi Nicolas Maduro, presidente in carica del Venezuela che, nemmeno 24 ore dopo l'annuncio dell'insurrezione definitiva fatta dall'oppositore Juan Guaidò, che presidente è per autoproclamazione, con riconoscimento da diversi grandi Paesi, dichiara passata la fase concitata di quello che aveva subito definito un tentato golpe. Quello che si è mostrato al Paese, dunque, è un Maduro che appare ancora al timone del Venezuela, dopo una giornata di intensi scontri conclusa con un bilancio di un morto (un ragazzo di 24 anni) e 59 feriti, nonostante momenti di altissima tensione come quando i blindati dell'esercito hanno puntato direttamente sui manifestanti.


L'avvertimento russo

Ora, però, anche se la situazione nel Paese appare meno instabile, la disputa si è spostata sul piano politico, coinvolgendo attori esterni, perlomeno geograficamente. A scendere in campo è la Russia di Vladimir Putin che, in un frangente da revival di Guerra fredda, punta il dito contro gli Stati Uniti dando l'altolà a quelle che il ministro degli Esteri, Sergej Lavrov, ha definito "ingerenze degli Usa negli affari interni del Venezuela". Un avvertimento arrivato nel corso di una conversazione telefonica con il segretario di Stato americano, Mike Pompeo (citata dalle agenzie russe Interfax e Tass), al quale ha ricordato che le mosse statunitensi rappresentano una violazione del diritto internazionale, diffidando Washington dal compiere ulteriori "passi aggressivi", paventando in caso delle "conseguenze gravi". Un messaggio che richama quanto detto dallo stesso Maduro nel suo intervento serale, nel quale ha specificato che "l'opposizione voleva provocare l’intervento yankee nel nostro Paese".


Pompeo e Trump

Nelle scorse ore, era stato proprio il segretario di Stato americano a parlare di una possibile "azione militare degli Usa in Venezuela", affermando che "se necessario è quello che faranno gli Stati Uniti" per restaurare la democrazia. Questo, naturalmente, al netto di una preferenza per la soluzione pacifica. A rincarare la dose ci aveva pensato il presidente Donald Trump, che aveva puntato su Cuba: "Se le truppe e le milizie cubane non cesseranno immediatamente le operazioni militari e di altro genere allo scopo di causare la morte e la distruzione della Costituzione venezuelana, imporremo un embargo totale sull'isola di Cuba, insieme a più sanzioni".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La sede della Corte dei Conti
POLITICA FISCALE

Corte dei Conti: "Taglio tasse? Strategie di lungo respiro"

Lo hanno detto le Sezioni riunite dell'organo di rilievo costituzionale
LAZIO

Roma, pittore ucciso: fermato un 18enne

Per l'omicidio di Umberto Ranieri è indagato un giovane originario della Tunisia
Barchetta di carta con foto di immigrati
MIGRANTI

Sea Watch chiede soldi: "Aiutateci a difendere i diritti umani"

Colletta dell'ong per le spese legali da affrontare se sbarca in Italia. Salvini: "Nave fuorilegge"
Il garage a Chiavari in cui è stato ucciso Orazio Pino
CHIAVARI

Omicidio Orazio Pino: arrestato il presunto assassino

Si tratterebbe di Sergio Tiscornia, fidanzato dell'amante della vittima
Antonio Stano
NERA

Manduria, morte di Stano: altri nove arresti, otto minori

Dalle carte emerge anche un nuovo episodio nei confronti di un'altra persona con disturbi mentali
Carabinieri in azione
NAPOLI

Maxi colpo alla Camorra: 126 arresti in tutta Italia

Persone considerate appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi
 Migranti al confine tra Stati Uniti e Messico
MESSICO

Migranti Usa: morti una donna e 3 bimbi

Le autorità: "Decedute per disidratazione ed esposizione all'eccessivo caldo"
Manifestazione pro-Tav a Verona
TORINO - LIONE

Tav: il finanziamento dell'Ue salirà al 55%

Toninelli: "Rimango sempre dell'idea che i soldi possano essere impiegati meglio"