L'attacco in Burkina Faso è l'ennesima ferita dell'intolleranza
GIOVEDÌ 07 NOVEMBRE 2019, 13:47, IN TERRIS

SAHEL

L'attacco in Burkina Faso è l'ennesima ferita dell'intolleranza

Sono almeno 37 i minatori rimasti uccisi. Il presidente Kaboré chiede aiuto all'Onu

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L'immagine dell'attacco in cui hanno perso la vita 37 minatori - Foto © Business Recorder
L'immagine dell'attacco in cui hanno perso la vita 37 minatori - Foto © Business Recorder
È

stata un'esplosione, l'ennesima, quella che ieri ha ucciso almeno 37 persone e ferite una sessantina a Boungou, nel Burkina Faso. A darne comunicazione, la compagnia mineraria Semafo, che ha specificato che le vittime sono minatori che lavorano nelle cave site a nord-est del Paese. Stando ai primi rilevamenti effettuati dalle autorità, dietro l'esplosione ci sarebbe la mano dei gruppi jihadisti, che da tempo mettono il Paese a ferro e fuoco.


Dal dialogo all'intolleranza

È difficile fornire un bilancio preciso del crescente numero di vittime nel Paese. "Questa situazione di insicurezza, scontro e diffidenza sarebbe stata impensabile fino cinque anni fa" sottolinea il reporter Marco Simoncelli che, assieme al giornalista Davide Lemmi, ha dedicato al Burkina Faso un approfondimento pubblicato su LifeGate
Sebbene si tratti di uno degli Stati africani più poveri, con il 65% di musulmani e il 35% di cristiani, il Burkina Faso è sempre stato un modello di tolleranza e dialogo interreligioso. Come ricorda Simoncelli, vivono "26 gruppi etnici" con "65 lingue locali". 


Il presidente Kaboré all'Onu: "Aiutateci"

Eppure gli scontri degli ultimi mesi hanno tratteggiato un Paese in cui sono in corso lacerazioni alimentate dal fondamentalismo religioso. Di recente, ha espresso la sua preoccupazione lo stesso presidente burkinabé, Roch Kaboré, che davanti alla commissione Onu per il consolidamento della pace, non ha fatto mistero di ammettere che nel Paese "il terrorismo sta dilagando e le conseguenze sul piano umanitario, sociale, economico e del vivere insieme sono incalcolabili". La diretta conseguenza del terrorismo è la presenza di migliaia di sfollati, costretti a lasciare le case, le scuole per imbattersi in un territorio sotto minaccia costante: ne è un caso emblematico quello dei pastori seminomandi peul, costretti a scappare dalla furia jihadista. Nel suo accorato discorso, Kaboré ha chiesto alle Nazioni Unite "una sinergia di azioni da parte di tutti i partner e un maggiore sforzo di coordinamento per sostenerci meglio". L'appello è stato colto dalla Francia, che da sempre punta al sostegno di questo Paese nel cuore del Sahel: soltanto nel 2017, Parigi ha stanziato oltre 115 milioni di euro in aiuti.


Un Paese lacerato

I bersagli dei miliziani jihadisti non sono solo luoghi di preghiera. Se si annoverano decine di attacchi fatali in luoghi sacri come chiese e moschee, è altrettanto vero che la furia omicidia dei fondamentalsti non risparmia altri luoghi apparentemente non simbolici, come siti minerari o contesti ordinari. Di frequente, i miliziani puntano anche  a basi militari. L'attacco del 30 settembre scorso a Koutougou, nel nord del Paese, nel quale hanno perso la vita 24 soldati, è l'ennesima, profonda ferita inflitta al Burkina Faso e a tutta l'Africa.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?

Il rigurgito jihadista che infiamma il Sahel

Un fondamentalismo che si insinua nelle fratture antropologiche: una pericolosa polveriera nell'Africa occidentale

Camionette nel territorio del Mali
C'è un problema di fondo che si nasconde dietro ai poligoni quasi regolari che corrispondono ai confini dei 54 Stati che compongono...
NEWS
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII