LUNEDÌ 28 NOVEMBRE 2016, 000:59, IN TERRIS

Fillon trionfa alle primarie in Francia, sarà lui a correre per l'Eliseo

I complimenti del sindaco di Bordeaux: "Sarò al tuo fianco". Valls in campo contro Hollande

DANIELE VICE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Fillon trionfa alle primarie in Francia, sarà lui a correre per l'Eliseo
Fillon trionfa alle primarie in Francia, sarà lui a correre per l'Eliseo
La destra francese ha il suo concorrente per l'Eliseo: Francois Fillon. "Ho sentito gradualmente l'onda che ha travolto tutte le previsioni. Ha vinto la Francia della verità e dell'azione", ha detto Fillon davanti ai suoi sostenitori in visibilio, commentando la vittoria a valanga nelle primarie. Nel momento della vittoria, il primo pensiero è andato "a Nicolas Sarkozy", da lui eliminato al primo turno, nonché un "messaggio di amicizia, stima e rispetto" al candidato sconfitto, Alain Juppé. Poi, il commento sulla presidenza Hollande: "Quello che si chiude è stato un quinquennio patetico, dobbiamo ripartire in avanti come mai abbiamo fatto negli ultimi 30 anni. Tendo la mano a tutti quelli che vogliono servire il nostro Paese".

"Congratulazioni a Fillon per l'ampia vittoria. Da oggi sono con lui, gli auguro buona fortuna per la vittoria a maggio". Visibilmente commosso fra gli applausi dei suoi sostenitori, Alain Juppé ha riconosciuto la sconfitta nelle primarie della destra. "Ringrazio tutti anche se il risultato non è stato all'altezza delle speranze - ha detto Juppé -. Concludo questa campagna da uomo libero, che non ha fatto compromessi né su come è né su quello che pensa".

Lo scrutinio ha dato una percentuale del 69,5% per Fillon contro il 30,5% per Alain Juppé. Ad annunciarlo la responsabile dell'authority delle primarie dei Républicains, Anne Levade. L'affermazione su Juppé al ballottaggio conferma i sondaggi degli ultimi giorni: oltre il 60% per il vincitore, sotto il 40% per il sindaco di Bordeaux.

Per la prima volta il premier francese Manuel Valls non esclude di presentarsi alle primarie della sinistra contro Francois Hollande. In un'intervista a "Le Journal du Dimanche", Valls risponde così a una domanda sull'eventualità che possa candidarsi alle primarie di gennaio: "Tutti devono riflettere responsabilmente, io prenderò la mia decisione in coscienza. Ho rapporti di rispetto, amicizia e lealtà con il presidente ma la lealtà non esclude la franchezza. Bisogna constatare che nelle ultime settimane il contesto è cambiato".

Un avvicinamento alla discesa in campo, da parte di Valls, che è cominciato da circa un mese, che è continuato giorno dopo giorno con maggior convinzione dopo che l'ex ministro Emmanuel Macron, suo rivale nel governo e nella considerazione di Hollande, ha deciso di candidarsi senza passare dalle primarie. Adesso, nessuno sa più cosa potrà accadere di qui al 10 dicembre - data fissata dal Presidente per sciogliere la sua riserva e dichiararsi per la corsa alla conferma all'Eliseo - e dopo, fino alle primarie del 22 e 29 gennaio. Valls resterà capo del governo anche schierandosi contro Hollande? Ci sarà un rimpasto? I prossimi giorni, con la destra ormai allineata dietro il suo riunificatore, si annunciano molto movimentati nel campo della maggioranza e del Partito socialista. Con prospettive non incoraggianti: "Noi possiamo uscire polverizzati dal primo turno delle presidenziali - ha avvertito il premier -. La sinistra può morire".
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
San Giovanni Paolo II abbraccia un bambino
INAUGURAZIONE

In Spagna la famiglia secondo Karol Wojtyla

Aperta la nuova sezione del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II a Madrid
16 ottobre 1943: il rastrellamento del ghetto di Roma
ANTISEMITISMO

Shoah, Raggi: "Roma non dimentica"

Oggi si commemora il rastrellamento del Ghetto avvenuto il 16 ottobre 1943
Ordinazione sacerdotale in Vaticano
LATINA-TERRACINA-SEZZE-PRIVERNO

Una lampada itinerante per le vocazioni

L'icona di una Madonna con il Bambino della famiglia di santa Maria Goretti accompagna il pellegrinaggio
Bus incidentato (immagine di repertorio)
VIA CASSIA

Bus si schianta contro un albero: 10 feriti

Il mezzo è finito fuori strada, ancora ignote le cause dell'incidente
La nave Ocean Viking in porto
PUGLIA

Ocean Viking: sbaracati a Taranto 176 migranti

Mons. Santoro: "Oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte"
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli
La corona di fiori gettata in acqua da Paa Francesco
MIGRANTI

Naufragio a Lampedusa, localizzati dodici corpi

Il barchino affondato la scorsa settimana è a 60 metri di profondità. Tra i corpi, anche un bimbo abbracciato alla...
Alcuni dei gesti più emblematici nella storia recente dello sport. In basso, lo stadio di Pyongyang vuoto
CASI STORICI

Sport e politica, un binomio complicato

Dal saluto militare turco alle proteste olimpiche, fino al match fantasma tra le Coree: gesti clamorosi che, nel bene o nel male,...
Don Oreste Benzi
FEDE

Don Benzi sulla strada della beatificazione

Si è chiuso il processo diocesano sul sacerdote Servo di Dio. La gioia della Comunità Papa Giovanni XXIII:...
Intelligenza artificiale
TECNOLOGIA

Boom dell’Intelligenza artificiale

In Italia è previsto un aumento di 13% del Pil entro il 2030. Una rivoluzione economica che però ha bisogno di...
Sinodo per l'Amazzonia
SINODO PER L'AMAZZONIA

Sinodo, continuano i lavori: Eucarestia, donne e rito indigeno fra i temi

Per la regione panamazzonica si profila sempre di più una Chiesa dal volto indigeno