Il Nunzio Apostolico imporrà il pallio all’Arcivescovo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25

Per la prima volta nella storia, Siena riceverà il Nunzio Apostolico per la cerimonia di imposizione del pallio all’Arcivescovo. Il pallio (dal latino pallium) è un collare di lana bianca largo una decina di cm che gira intorno da una spalla all’altra con due estremità lunghe, davanti e dietro, dove sono tessute con filo di seta nero quattro croci a forgia greca. I lembi finiscono con una estremità di metallo simile alla zampa di una pecora, a significare la pecorella portata sulle spalle dal buon pastore.

La messa

Precedentemente, il Pallio veniva consegnato da Papa Francesco sulle spalle dei metropoliti la mattina del 29 giugno, festa dei Santi Pietro e Paolo, nella Basilica di San Pietro, in occasione della messa concelebrata con tutti gli arcivescovi nominati durante l’anno. Da quattro anni, l’imposizione di questa insegna, simbolo della dignità di arcivescovo metropolita, è stata delegata ai rappresentanti pontifici. Domenica 13 ottobre, il nuovo arcivescovo  Augusto Paolo Lojudice – arrivato a Siena lo scorso giugno – riceverà il pallio dal nunzio apostolico in Italia Emil Paul Tscherrig durante la messa che inizierà alle 17.30 in Duomo e che segnerà anche l’inizio dell’anno pastoraleLa Santa Messa di domani verrà concelebrata, secondo il rito, proprio dai quattro vescovi suffraganei e sarà il decano, cioè il vescovo di Grosseto, a dare il saluto in apertura della celebrazione al nunzio apostolico e all’arcivescovo metropolita.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.