Gli auguri del vescovo agli studenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Carissimi giovani studenti“, inizia così la lettera di auguri e incoraggiamento che il vescovo della diocesi di Andria (provincia di Barletta-Andria-Trani), monsignor Luigi Mansi, ha voluto inviare ai ragazzi e alle ragazze che si preparano ad affrontare l'inizio di un nuovo anno scolastico. Il vescovo, dopo aver inviato la “più affettuosa benedizione” ricorda come la scuola sia uno degli “ambiti più significativi e preziosi” in cui crescere come “uomini e donne del domani”. 

Un tempo prezioso per la vita

Monsignor Mansi, inoltre, esorta i giovani studenti a non considerare la scuola solo come un luogo dove imparare nozioni, ma chiede loro di considerare il tempo passato sui banchi come “un tempo prezioso” per la vita. “Permettetemi perciò di inviarvi un grande augurio e di dirvi, con amicizia: prendete a cuore l'avventura scolastica, prendetela proprio così, come un'avventura, attraverso la quale si scoprono ogni giorno cose nuove e interessanti per la vostra vita e il vostro futuro – scrive il vescovo – Abbiate cura che la vostra partecipazione alla vita scolastica sia sempre responsabile, operosa, piena di iniziativa. Non accontentatevi di fare il minimo necessario per ottenere un voto di sufficienza“. 

“Siate esigenti”

Inoltre, il vescovo sprona gli studenti ad essere “molto esigenti” e a non aver paura di stancarsi “per fare ogni cosa per bene”. “Non cadete nella trappola di pensare che i risultati si raggiungono anche con mezzi non sempre corretti – aggiunge – Sono trappole che vi condannano all'insignificanza nel futuro della società che invece vi aspetta perché ha bisogno del vostro contributo competente e generoso”. Nel chiudere il suo messaggio, inoltre, monsignor Mansi ha inviato il suo augurio di buon lavoro agli insegnanti, i capi di istituto, il personale di segreteria e il personale Ata.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.