Quegli attacchi contro le Chiese d’Europa

Gli ultimi episodi in Grecia dove è stato arrestato migrante algerino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:02

A Heraklion, la più grande città dell’isola di Creta, nota anche con il nome di Candia, la polizia greca ha arrestato un migrante musulmano trentottenne di origine algerina per aver causato danni alla Chiesa metropolitana di Agios Minas, per ben due volte in meno di una settimana.

I fatti

Domenica, l’algerino avrebbe lanciato pietre e danneggiato le vetrate della Cattedrale, oltre che una vetrina di una libreria dell’Arcidiocesi di Creta. Martedì mattina, è tornato di nuovo alla Cattedrale, dove armato di martello ha iniziato a sfondare una porta. Dopo aver esaminato le riprese video, la polizia è riuscita a identificarlo e ad arrestarlo.

Altri episodi di vandalismo

Questo è stato solo l’ultimo degli atti di vandalismo compiuti in Grecia, contro Chiese o Cappelle. Sull’isola di Chios, una coppia è stata arrestata, il mese scorso, per aver saccheggiato una Cappella cristiana ortodossa portando via denaro e oggetti sacri. Appena un mese prima, la polizia di Salonicco aveva arrestato un migrante di 36 anni proveniente dal Kazakistan, sospettato di aver rubato beni da diverse Chiese della zona, per un valore totale pari a 50.000 euro.

Purtroppo, non è solo la Grecia, tra i Paesi europei a subire attacchi anticristiani contro Chiese e altri luoghi di culto. In tutta la Francia: vandalismo e furti nelle Chiese sono diventati comuni. Secondo un rapporto statistico, il Paese registra fino a tre attacchi ai siti cristiani ogni giorno, tra cui anche la profanazione di cimiteri.

A Nantes, il mese scorso, è avvenuto l’ultimo attacco di un certo profilo: un migrante ruandese è sospettato di essere l’artefice dell’incendio doloso che ha danneggiato la Cattedrale di San Pietro e San Paolo.

Come si spiegano?

Anche se molte persone non ne hanno la consapevolezza, è ormai un dato di fatto che la religione più perseguitata al mondo sia oggi il Cristianesimo. Questi episodi di vandalismo non sono atti isolati, ma testimoniano la crescita di un odio anticristiano, una rabbia incredibile verso la Chiesa.

Malgrado la Chiesa svolga un ruolo significativo nello sviluppo di diversi Paesi del mondo, purtroppo permangono pregiudizi profondamente radicati e una percezione negativa dei non musulmani. Questa intolleranza nei confronti dei Cristiani è, infatti, aggravata dal continuo aumento di gruppi islamici militanti ed estremisti che incitano all’odio contro i non musulmani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.