VENERDÌ 12 APRILE 2019, 11:15, IN TERRIS


WORLD PRESS PHOTO OF THE YEAR 2019

Vince "Bimba che piange al confine" di Moore

Premiato anche Ten Hoopen con "The Migrant Caravan"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
John Moore alla premiazione
John Moore alla premiazione
L

o scatto "Crying Girl on the Border" di John Moore è la foto vincitrice dell'anno dell'edizione 2019 del World Press Photo (WPP), il più importante concorso fotografico al mondo. Il vincitore è stato annunciato al World Press Photo Awards Show ad Amsterdam nel corso dell'esclusiva cerimonia di premiazione del concorso nato in Olanda nel 1955. 


Il vincitore

La fotografia mostra la piccola Yanela Sanchez di 2 anni, originaria dell'Honduras, che piange disperata mentre la madre Sandra viene perquisita da un agente della polizia di frontiera statunitense a McAllen, in Texas, al confine con la California. L'immagine - che è stata scattata dal fotografo di Getty Images lo scorso 12 giugno - divenne subito virare e contribuì ad alimentare le proteste sulla nuova legge varata dal presidente Usa Donald Trump di separare i minori dai genitori al confine tra Stati Uniti e Messico. Il Times aveva messo lo scatto di Moore in copertina in aperta polemica contro la politica sull'immigrazione Usa. Non è certamente un caso che a vincere i due premi più importanti siano stati due fotografi che si sono occupati dei problemi delle migrazioni negli Stati Uniti: Moore (che ha vinto il World Press Photo of The Year) e Ten Hoopen che si è aggiudicato il World Press Photo Story of the Year - novità di quest’anno dedicato a una storia e a una narrazione di grande effetto su una questione di grande rilevanza giornalistica - con "The Migrant Caravan", un lavoro sulla carovana dei migranti diretta negli Stati Uniti e partita dall’Honduras nell’ottobre 2018. Quest'anno, il concorso ha visto la partecipazione di 4.783 fotografi da 129 paesi diversi che hanno presentato un totale di 78.801 immagini. I finalisti e candidati ai premi sono stati 43, provenienti da 25 differenti Paesi. Le foto vincitrici saranno esposte in mostre in tutto il mondo, a partire da un festival di due giorni ad Amsterdam che inizia oggi, 12 aprile. Le tappe in Italia saranno a Roma dal 25 aprile al 26 maggio, e a Milano dall’11 maggio al 2 giugno.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Carabinieri
MONDRAGONE

Pirata della strada investe una bambina: ricoverata in condizioni gravissime

L’uomo, che aveva assunto cocaina, è ai domiciliari accusato di omicidio stradale
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
SERIE A

Show e polemiche al Franchi, il Napoli fa il pieno

Gli azzurri replicano alla Juve e si impongono 4-3 sulla Fiorentina, furiosa per un penalty assegnato a Mertens
Alcuni dei migranti tratti in salvo
AGRIGENTO

Porto Empedocle: 20 migranti salvati in mare

Tragedia sfiorata: tra le persone tratte in salvo, anche una donna incinta
Matteo Renzi e Giuseppe Piero (detto
CRISI DI GOVERNO

Renzi: "Salvini è in un angolo, quasi ko"

Grillo: "Disgrazia" cambiare Conte come se "facesse parte di un mazzo di figurine"
Giuseppe Conte al G7
G7 BIARRITZ | FRANCIA

Conte: "Stagione con Lega chiusa, non si riaprirà"

Il presidente del Consiglio italiano inaugura il suo arrivo al meeting con un messaggio su Fb
Cristiano Ronaldo
CAMPIONATO DI CALCIO

Riparte la Seria A con Parma-Juventus

Da quest'anno regole più severe sui falli di mano e cartellini per gli allenatori
Protesta dei navigator in Campania
REDDITO DI CITTADINANZA

Sciopero della fame dei navigator

In Campania braccio di ferro tra i vincitori del concorso e il governatore
Aula scolastica
ISTRUZIONE

In classe per diventare buoni cittadini

Il 5 settembre l’educazione civica torna ad essere materia obbligatoria. Cosa cambia per la scuola