Ventotene, al via 25esima Edizione del Film Festival

Torna dopo due anni d’assenza dal 24 luglio a 2 agosto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:02

Il Film Festival, ideato e diretto da Loredana Commonara, riparte con un’edizione che sposa i valori della sostenibilità ambientale. Un programma fittissimo ospitato in ben cinque fasce orarie presso il Centro Umberto Elia Terracini e sulla suggestiva terrazza Granili, di recentissima ristrutturazione. A causa dell’emergenza sanitaria tutti gli ospiti e tutti i premiati saranno in collegamento in esclusiva per l’evento.

Le  dichiarazioni di Loredana Commonara

“Perché ricominciare proprio quest’anno? Perché sappiamo che il cinema è arte e cultura, supporto fondamentale in una situazione come quella che stiamo vivendo. Perciò siamo pronti a garantire la massima sicurezza e attenzione al rispetto delle norme a chi ci verrà a trovare, agli spettatori delle tante proiezioni che siamo riusciti comunque a programmare: titoli italiani e internazionali, documentari, concorso, programma per bambini”.

Una giornata dedicata a Ventotene e Santo Stefano

Il Festival inizierà, venerdì 24 luglio, con una giornata dedicata alle isole di Ventotene e Santo Stefano e al carcere borbonico che quest’ultima ospita. Presso il Centro Terracini e i Granili si terranno rispettivamente le proiezioni dei documentari “Ritratti di un’isola” e “Fine pena mai” del regista Salvatore Braca. Quest’ultima proiezione sarà preceduta dall’incontro dal vivo con Silvia Costa, Commissario straordinario del Governo per il recupero e il restauro del carcere Borbonico di Santo Stefano in Ventotene e con lo stesso Salvatore Braca. Sarà poi la volta del docufilm “L’isola di Raffaele” di Luigi Cecinelli, che racconta Ventotene attraverso gli occhi di Raffaele D’Angelo, un ragazzo con sindrome di down, habitué dell’isola e amato da tutti per la sua passione per la musica. La serata si concluderà con la proiezione del documentario “The Words of Ventotene” di Marco Cavallarin, Marco Mensa ed Elisa Mereghetti.

Il concorso internazionale #Open Frontiers#

Il festival ospita nuovamente il concorso internazionale #Open Frontiers#: una selezione di documentari provenienti da tutto il mondo.

Il concorso #OPEN FRONTIERS YOUNG#

Si rinnova, inoltre, l’appuntamento con #Open Frontiers Young#, il concorso dedicato ai cortometraggi interamente realizzati da studenti italiani su temi come l’integrazione e il rispetto dei diritti umani.
Il programma dell’edizione 2020 sarà ulteriormente arricchito da cinque sezioni speciali.

Ospiti d’eccezione

I dieci giorni del Festival saranno innanzitutto occasioni per approfondire la conoscenza dell’opera e della carriera di grandi protagonisti del panorama filmico nazionale e internazionale.
Tra questi figurano: Willem Dafoe, Terry Gilliam, Paolo Sorrentino, Paola Cortellesi, Emanuela Rossi, Pernille Fischer Christensen e Teona Strugar Mitrevska.
A Paola Cortellesi, Pernille Fischer Christensen e Teona Strugar Mitrevska andrà inoltre il Premio Julia Major. Il prestigioso riconoscimento viene conferito a personalità femminili che si sono affermate nel cinema, nella musica, nella letteratura e nei diritti civili.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.