Un gesto di coraggio. Gigi Proietti: “Riapro il Globe”

La stagione parte il 29 luglio con “Venere e Adone”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:01

Riapre i battenti il Globe Theatre, il teatro estivo per eccellenza della Capitale. Non poteva certo mancare, in quest’estate romana già iniziata, il palcoscenico shakespeariano nel cuore verde di Villa Borghese. A darne l’annuncio è stato il direttore artistico, Gigi Proietti, con un video speciale pubblicato sui social.
E’ un gesto di coraggio. Come si dice a Roma, c’è voluta la mia ‘tigna’, soprattutto per non fare una stagione di monologhi, ma di spettacoli ‘veri’. Speriamo non sia una mandrakata, perché Mandrake era convinto di aver fatto una furbata, ma poi non gli andava mica bene”. Fa così riferimento a “Febbre da cavallo”, film diventato a Roma un cult che lo vede protagonista.
Sono stati lunghi i lavori di manutenzione e di adeguamento alle disposizioni anti-Covid. Proietti assicura: “Rispetteremo tutte le misure di sicurezza, i posti scenderanno da 1200 a 400-450 a sera”.

Il cartellone

Sono sette i titoli in cartellone. Il 29 luglio e fino al 2 agosto, andrà in scena “Venere e Adone”, tratto come spiega l’attore: “dal poemetto che Shakespeare scrisse durante una pestilenza a Londra a fine ‘500. Chiusero tutti i teatri, anche il suo Globe, e lui scrisse anche la Lucrezia e soprattutto il Re Lear. La regia è di Daniele Salvo. Spero, visto il momento, che sia di buon auspicio” .
Gli spettacoli si susseguiranno fino alla fine di settembre. Sarà la volta, dal 6 agosto fino al 23, de “il Sogno di una notte di mezza estate”, nella versione di Riccardo Cavallo, che è appuntamento fisso per il Globe. Seguirà l’11 e 12 agosto lo spettacolo “Canzoni”, con i più bei brani scritti per il teatro da Germano Mazzocchetti che vedrà sul palco Germano Mazzocchetti e Nicola Fano, con la supervisione di Marco Carniti. Tornano, il 18 e 19 agosto con repliche il 15, 16 e 22 settembre, “Le opere complete di Shakespeare in 90 minuti”, una parodia di tutte le opere di Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata da tre attori: Fabrizio Checcacci, Roberto Andrioli, Lorenzo Degl’Innocenti. Spettacolo spiritoso: suscita risate agli amanti e soprattutto agli odiatori del drammaturgo. Dal 27 al 30 agosto “I due gentiluomini di Verona” con la regia di Andrea Baracco, il prototipo delle commedie romantiche dove si intrecciano temi come l’amore, l’amicizia e l’educazione del gentiluomo. Dal 2 al 6 settembre, un’altra novità il “Shakespea Re di Napoli” scritto da Ruggero Cappuccio, in cui la lingua barocca napoletana si fonde con la poetica shakespeariana.
Il 7 settembre è prevista una serata speciale con la terza edizione del “Murmat International short film festival”, dedicato ai cortometraggi, che si rivolge quest’anno all’amore per il pianeta. Dall’11 settembre fino al 27 sarà in scena “La dodicesima notte” con la regia di Loredana Scaramella, che ha origine da “Gl’ingannati”, una commedia italiana allestita a Siena dall’Accademia degli Intronati nel 1531. Ma come dimenticare i piccoli? Sono previste, anche quest’anno, matinée domenicali dal 1° agosto pensate  per loro con “Riccardino III” e “Le tre streghe di Macbeth” nell’ambito dell’iniziativa “Al Globe con mamma e papà”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.