Barca di San Pietro: tra tradizione e leggenda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27

D   omani la Chiesa celebra la solennità dei Santi Pietro e Paolo, due apostoli, due personaggi diversi ma entrambi fondamentali per la storia della Chiesa e per la costruzione delle radici della fede cristiana. Come accade per ogni santo, anche loro hanno tradizioni legate ad usanze antiche e popolari. Si tratta della “barca di San Pietro“, tradizione rurale diffusa soprattuto al nord Italia, in particolare in Trentino, Lombardia, Liguria, Piemonte, Veneto e Friuli Venezia Giulia. 

Ma cos'è la barca di San Pietro?

Nella notte che precede la festività di San Pietro e Paolo si riempe un contenitore – meglio se leggermente panciuto e di vetro in modo da permettere di pote vedere all'interno – con dell'acqua e, molto delicatamente si fa scivolare al suo interno un albume di uovo. Una volta effettuato questo passaggio, il recipiente dovrà essere lasciato per tutta la notte all'aperto, o sotto un albero o in mezzo a un prato. La mattina, grazie all'effetto della rugiada, controllando si potrà notare che l'abume avrà assunto la forma di una sorta di veliero. A secondo della sua forma i contadini azzardavano le previsioni del tempo. 

La tradizione popolare

Questo rito – paragonabile all'acqua di San Giovanni che viene preparata nella notte tra il 23 e il 24 giugno mettendo dei fiori a bagno nell'acqua – ha radici legate al mondo contadino. Secondo la credenza popolare, l'apostolo Pietro, soffiando nel contenitore, farebbe assumere all'albume la forma di una barca, questo perché per la tradizione religiosa prima di diventare un discepolo, Pietro faceva il pescatore. 

La relazione tra le vele e le condizioni meteorologiche

I contadini, controllando la forma delle vele facevano delle supposizioni su come sarebbe stato il tempo per la prossima stagione. Se le “vele” nel contenitore erano dispiegate, ci sarebbero state condizioni meteo favorevoli, al contrario la stagione sarebbe stata nefasta. Secondo la leggenda, se si forma un bel veliero, la stagione del raccolto sarà proficua.

La spiegazione scientifica

Ma come mai l'uovo nell'acqua subisce questa trasformazione? L'albume ha una densità maggiore rispetto all'acqua e tende ad affondare; l'acqua fredda si riscalda grazie al calore assorbito e poi rilasciato dalla terra e tende a salire verso la superficie, portando verso l'alto anche l'albume. 

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.