Usa, fila di seggiolini si stacca da una giostra: un morto e sette feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:08

Un tragico incidente si è verificato nella giornata di apertura di un parco divertimenti in una fiera a Columbus, in Ohio. Un 18enne ha perso la vita, mentre altre sette persone sono rimaste ferite, tre di loro in modo grave.

L’incidente

Il drammatico evento è stato ripreso con uno smartphone da alcune persone che si trovavano ai piedi della giostra. Le immagini, diventate subito virali, mostrano la ruota dell’attrazione “Fireball” muoversi inizialmente in modo normale, poi il malfunzionamento. Una fila di seggiolini, infatti, si è improvvisamente staccata dal braccio che l’aveva sollevata in aria, facendo precipitare per circa 15 metri, le persone che si trovavano sedute. Il governatore dell’Ohio, John Kasich ha ordinato l’immediata chiusura delle attrazioni della fiera e le autorità locali hanno avviato un’indagine per capire se il malfunzionamento della giostra sia stato causato da una tragica fatalità o dalla mancata manutenzione e cura delle parti meccaniche.

Le testimonianze dei presenti

Il sito online Fanpage ha riportato la testimonianza di una donna che era presente sul luogo al momento dell’incidente. “Siamo davvero sotto shock, perché stanno molto attenti, fanno di tutto per evitare questo genere di incidenti. E’ davvero orribile”. Anche il direttore del Dipartimento dell’Agricoltura dell’Ohio, David Daniels, ha definito inspiegabile l’accaduto. “Non facciamo ispezioni approssimative. Quando arrivano le giostre, queste sono controllate diverse volte mentre sono in fase di montaggio e anche dopo, ogni singolo giorno. Inizieremo un’investigazione er determinare qual’è stato il problema, se ce ne fosse stato uno e come è potuto accadere ciò che è successo”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.