Sangue a New Orleans: 3 morti in una sparatoria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53

E'stata una notte di sangue a New Orleans, in Louisiana, dove tre persone sono rimaste uccise al termine dell'ennesimo episodio di violenza con armi da fuoco negli Stati Uniti. La sparatoria, secondo quanto riferito dal portavoce della Polizia, è avvenuta ieri notte al civico 3400 di Claiborn e Avenue, poco distante dal famoso quartiere francese: al momento non è chiara l'identità degli assalitori ma pare che a far fuoco siano state due persone, armate di un fucile e di una pistola semi automatica. Altre sette persone avrebbero riportato ferite più o meno gravi.

La sparatoria

Stando a quanto riportato dal capo della Polizia, Michael Harrison, pare che due sospetti abbiano avvicinato alcune persone fuori da un locale, prima di aprire “indiscriminatamente il fuoco tra la folla”, colpendo 10 persone. I due avrebbero avuto il volto coperto da cappucci e sarebbero subito fuggiti verso nord, in direzione di South Claiborne Avenue. Le vittime sono due uomini e una donna, mentre i feriti altri 5 uomini e due donne, portati immediatamente in diverse strutture ospedaliere delle vicinanze. Una di queste, pare versi in condizioni critiche e sarebbe stata sottoposta a intervento chirurgico. Le altre sei non sarebbero fortunatamente in pericolo di vita.

La condanna

La Polizia di New Orleans sta ora indagando sull'accaduto per tentare di risalire ai due fuggiaschi che hanno sparato sulla folla durante quello che sembrava un tranquillo sabato sera. Durissima la condanna del sindaco della città, LaToya Cantrell, il quale ha dichiarato che “non c'è posto, a New Orleans, per questo tipo di violenza: parlo per tutti nella nostra città quando dico che siamo disgustati, siamo infuriati e ne abbiamo avuto più che abbastanza”. Il portavoce della Polizia, Aaron Looney, ha invitato chiunque abbia informazioni o abbia assistito alla scena di farsi avanti per testimoniare e rendere così più rapida la cattura dei criminali, tutt'ora in fuga.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.